banner ad

IL PUNTO / DI NUOVO SUBITO TUTTI IN CAMPO

| 28 ottobre 2019 | 0 Comments

(.)______La nona giornata del campionato si apre venerdì notte con il successo esterno del Sassuolo a Verona, gol partita di Djuricic al 50′.

Sabato pomeriggio il pareggio 1 a 1 al Via del Mare fra Lecce e Juventus, di cui abbiamo ampiamente riferito a parte.

Pareggia sabato sera anche l’Inter, il 2 a 2 di Siro con il Parma lascia in vetta i Bianconeri: apre Candreva al minuto 23, poi la rimonta degli ospiti con Karamoh e Gervinho, è Lukaku al 51′ a fissare il risultato che non cambierà più fin alla fine.

 

Sabato notte Tonali, in gol al 40′, illude a Genova il Brescia, ma poi, nella ripresa, i padroni di casa del Genoa, con il nuovo allenatore Thiago Motta in panchina,  ne fanno tre, con Agudelo, Kouame e il redivivo Pandev.

 

Nel match del pranzo della domenica, a Bologna batte Sampdoria 2 a 1: tutto nella ripresa, il vantaggio dei padroni di casa con Palacio al 48′, il pareggio degli ospiti con Gabbiadini al 64′, infine decide Bani al minuto 78.

Nel pomeriggio, a Bergamo, Atalanta batte Udinese 7 a 1, e non abbiamo sbagliato a scrivere. Apre Okaka per il Friulani, che poi però vengono seppelliti da una valanga di gol, di Muriel (nella foto), tre, Ilicic, due, Pasalic e Traore.

A Ferrara, Spal e Napoli 1 a 1. Ospiti in gol al 9′ con Milik, pareggio dei padroni di casa dopo sette minuti con Kurtic, e finisce così, nonostante il forcing finale dei più titolati napoletani.

1 a 1 anche a Torino fra il Toro e il Cagliari: sardi in vantaggio al 40′ con Nandez, pareggio di Zaza al 69′.

In serata, Roma-Milan, nella notte, Fiorentina-Lazio.

Il Milan perde ancora, e ancora malamente, contro una Roma scesa in campo incompleta e apparsa modesta, quanto basta però per il 2 a 1 finale: apre Dzeko al 38′, al 55′ il momentaneo pareggio di Hernandez, quattro minuti dopo il definitivo vantaggio di Zaniolo.

La Lazio passa a Firenze 1 a 2: al 22′ Correa porta in vantaggio gli ospiti, i padroni di casa pareggiano sei minuti dopo con Chiesa, decide il gol di Immobile allo scadere del tempo regolamentare, nel lungo recupero La Viola non ce la fa più a recuperare, anzi sono i Laziali a essere pericolosi, con Caicedo che sbaglia un rigore.

 

Pareggiano dunque tutte le squadre davanti, e in testa la situazione rimane uguale, ma non per l’ Atalanta, che incalza ora al terzo posto con 20 punti la capolista Juventus a quota 23 e l’Inter a 22 punti; staccato, il Napoli è a 17 punti, davanti alle romane, risalite la Roma a 16 punti e la Lazio a 15.

Sempre più fanalino di coda, con 4 punti, la Sampdoria, ne hanno 7 Brescia e Spal, 8 Lecce e Genoa, 9 Sassuolo e Verona.

 

Immobile della Lazio guida la classifica dei marcatori con 10 gol, seguito da Muriel dell’Atalanta che ne ha fatti 8, e, con 6, da Zapata sempre dell’Atalanta, Lukaku dell’Inter e Berardi del Sassuolo.

 

Solo un giorno di tregua, si rigioca subito, per un altro turno infrasettimanale: da martedì 29 a giovedì 31 la decima giornata, il Lecce va a Genova contro la Sampdoria, mercoledì 30 alle 21.00.

 

 

 

 

 

 

 

 

Category: Sport

Lascia un commento

banner ad
banner ad