banner ad

IL LECCE / IL PREPARTITA / RANIERI FILOSOFEGGIA

| 29 ottobre 2019 | 0 Comments

(Rdl)_______Decima giornata, turno infrasettimanale, mercoledì 30 ottobre, ore 21.00, la Sampdoria fanalino di coda con quattro punti ospita il Lecce a quota 8.

I padroni di casa vengono da un pareggio e una sconfitta nelle ultime due partite, dopo aver cambiato allenatore, insomma il piatto piange per Claudio Ranieri; gli ospiti dalla doppia botta di autostima derivante dall’aver fermato sul pari il Milan a San Siro e la Juventus al Via del Mare.

Fabio Liverani ha parlato poco fa in conferenza stampa prima della partenza per Genova. Ecco una sintesi delle sue dichiarazioni: “Quando giochi tre gare in una settimana e con un allenamento ancora da disputare domani mattina è normale che in questo momento non ci siano molte certezze.

Come ho detto alla squadra, in questo trittico ci sarà spazio per tutti.

Nel nostro spogliatoio ogni partita è una montagna da scalare e sarà così anche per la gara di domani con la Sampdoria, che dispone di giocatori di qualità e del capocannoniere dello scorso campionato.

Se faremo una gara al 110% avremo delle possibilità di fare risultato. Non dare continuità di risultati vorrebbe dire sprecare i due pareggi ottenuti con Milan e Juventus.

Dovremo andare a Genova con l’umiltà di una squadra che non vuole retrocedere, con fame e cattiveria e con la nostra qualità”.

 

Anche Claudio Ranieri ha tenuto una conferenza stampa (nella foto), finita pochi minuti fa, in cui, in buona sintesi, ha insistito su pochi concetti, più psicologici, che tecnici: “Vincere significa prendere fiducia, ma non è una gara decisiva. Voglio una Samp che sappia reagire. Dobbiamo fare la nostra partita con volontà e determinazione, nel massimo rispetto degli avversari, ma cercando di vincere. 

Noi dobbiamo fare punti, vengano come vengano, anche per fortuna o per un autogol: questo è quello che chiedo alla Sampdoria. Affrontiamo una buona squadra, che ha fatto dalla C alla A con lo stesso allenatore e quasi gli stessi giocatori. Giocano a memoria e non si arrendono mai. Hanno fatto più punti fuori casa che in casa, quindi sarà una partita difficile, ma faremo del nostro meglio. 

La Sampdoria non è una squadra abituata a stare in questa situazione di classifica, ma dobbiamo essere positivi e dare tutto.  Ognuno di noi ha delle difficoltà, lo sport è lo specchio della vita: solo l’uomo che vuole superare le difficoltà le supera”.

 

 

 

Category: Sport

Lascia un commento

banner ad
banner ad