banner ad

NUOVI SPAZI AL CONI DI SANTA ROSA

| 28 novembre 2019 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. L’ufficio stampa del Comune di Lecce ci manda il seguente comunicato______

Il Campo Montefusco raddoppia: riapre al pubblico con i nuovi arredi l’area ceduta al Comune dalla Scuola di Cavalleria

Da questa mattina è tornata liberamente fruibile l’area del Campo Montefusco, conosciuto anche come “Campo Coni” a Santa Rosa, ceduta al Comune dalla Scuola di Cavalleria a ottobre 2018. 58.530 metri quadri di nuovo verde che si aggiungono ai 53.200 già esistenti. Il risultato è la più grande area verde della città, circa 11 ettari nei quali trascorrere a contatto con la natura e lo sport il proprio tempo libero.

 

Il Campo Montefusco, l’impianto sportivo più esteso della città, vede arricchirsi e allungarsi il percorso di running e corsa campestre, con l’aggiunta di un campo da pallavolo attrezzato con canestri da basket liberamente fruibili. Il vecchio percorso di addestramento del Pentathlon militare è stato messo in sicurezza con apposite recinzioni e non sarà fruibile, in attesa di ulteriori interventi.

 

L’apertura di oggi è una tappa del work in progress per attrezzare completamente l’area e renderla sempre più attrattiva tanto per gli sportivi quanto per le famiglie. L’obiettivo verso cui tendere è quello della multifunzionalità, che identifichi questo luogo non solo come una grande palestra a cielo aperto ma anche come parco dedicato allo svago, al passeggio, al relax nella quiete del verde.

 

L’utilizzo del campo è aperto a tutti: per la fruizione dell’area da parte delle famiglie sono disponibili gli arredi realizzati con il progetto “RICREA – progetto per il riuso sostenibile nel Parco Santa Rosa di Lecce”, nato da un proposta dell’associazione BIEM-Bioedilizia Mediterrana, che opera a supporto dello sviluppo sostenibile del territorio, sposata poi – attraverso un apposito protocollo d’intesa – dal Comune di Lecce e dalla società CNH Industrial, leader nel campo della progettazione, produzione e distribuzione di veicoli commerciali e industriali.

 

Attraverso il riuso di materiale di scarto di imballaggio o di lavorazione dello stabilimento CNH sono stati realizzati elementi di arredo per bambini, anziani, per lo sport e il tempo libero. Gli arredi realizzati corrispondo alle esigenze segnalate dai cittadini all’interno di un percorso di partecipazione, dal quale è scaturito un concorso di idee che ha visto la partecipazione di architetti e designer. Il progetto vincitore è firmato TGA-Tomas Ghisellini Architetti.

 

La nuova area sarà aperta in coincidenza con gli orari del Campo Montefusco.

 

“Nel corso degli Stati Generali del verde pubblico, tenutisi pochi giorni fa, abbiamo ascoltato da alcuni dei massimi esperti nazionali quanto il verde pubblico contribuisca nei quartieri ad innalzare la qualità della vita dei residenti, a ridurre l’insicurezza e i fenomeni di devianza, ad apportare valore immobiliare alle residenze che si trovano vicine – ha detto il sindaco Caro Salvemini – Oggi abbiamo riaperto alla pubblica fruizione l’area del Campo Montefusco di Santa Rosa che poco più di un anno fa è stata ceduta al Comune dalla Scuola di Cavalleria dopo un secolo. Negli ultimi mesi la abbiamo messa in sicurezza, abbiamo cominciato a sistemare le aree a verde, messo a punto due playground dove si potrà giocare liberamente a pallavolo e basket e abbiamo visto prendere forma il progetto Ricrea. È la più grande area verde della città – circa 11 ettari – dove correre, fare sport, giocare, passeggiare, leggere, rilassarsi. Da oggi si apre per noi la sfida di migliorarla ulteriormente, implementando le attrezzature, i servizi, l’accessibilità”.

 

“Sono contento perché questo è un lavoro di squadra, frutto di una efficace sinergia pubblico-privato, nato da una visita in azienda, alla Cnh, nel corso della quale è nata l’idea di riutilizzare i rifiuti in legno prodotti dal ciclo di lavorazione – ha detto il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Alessandro Delli Noci – Cnh ha creduto e investito su questa idea, abbiamo bandito insieme un concorso di progettazione con Biem che poi è stato vinto da Ghisellini. Alla realizzazione hanno partecipato i volontari, cittadini del quartiere Santa Rosa. E questo è un valore aggiunto perché i progetti costruiti dalla comunità sono più solidi, sono avvertiti come patrimonio da chi vive i luoghi. Nel concorso di idee abbiamo costruito un masterplan di rigenerazione generale di questo parco, che vogliamo impegnarci a trovare le risorse per portare a termine”.

 

“Ringrazio gli uffici e gli operatori Lupiae Servizi, con il presidente Pagliaro, che nelle ultime settimane hanno svolto un grande lavoro per consentire la riapertura di questa area del Campo Montefusco – ha dichiarato l’assessore allo Sport Paolo Foresio – Oggi questo grande impianto sportivo raddoppia, arricchisce il percorso di running per i tanti podisti che lo frequentano, mette a disposizione della fruizione libera un campetto da pallavolo e due canestri da basket. È solo l’inizio, la riqualificazione sarà un lavoro  lungo e faticoso e sarà impegnativo trovare le risorse necessarie. Ma siamo determinati a fare di questo grande impianto un posto in cui si fa sport e relax, nel quale possiamo incontrare tanto gli sportivi quanto le famiglie a passeggio, i nonni con i nipotini. Tra qualche giorno cominincerà il rifacimento degli spogliatoi e pubblicheremo il bando per la gestione del bar”.

 

 

Category: Costume e società

Lascia un commento

banner ad
banner ad