banner ad

NUOVO CARROZZONE PER LA CAMPAGNA ELETTORALE

| 2 dicembre 2019 | 1 Comment

(Rdl)______La Regione Puglia ha annunciato oggi la nascita di una nuova società creata per gestire gli impianti pubblici per lo smaltimento dei rifiuti, verificando i flussi verso i diversi impianti e gestendoli  direttamente.

In serata, dura nota dei consiglieri del Movimento 5 Stelle: “Ancora non si ha nessuna traccia dell’arrivo in consiglio dell’ormai leggendario piano rifiuti, mentre veniamo a sapere di una nuova società di scopo controllata da Ager e Regione per la realizzazione e gestione degli impianti pubblici di trattamento dei rifiuti. Stranamente con l’avvicinarsi delle elezioni si sente il bisogno di creare nuove società per risolvere problemi che avrebbero avuto bisogno di adeguata programmazione. Siamo arrivati a fine legislatura e ancora non c’è traccia dei 14 nuovi impianti previsti dal Piano rifiuti, con quelli esistenti che per tamponare le emergenze  hanno lavorato  anche in deroga ai limiti quantitativi autorizzati, con il rischio di ulteriori impatti sui territori interessati.

Società per la gestione dei rifiuti, newco per l’acqua: non è che Emiliano sta provando a realizzare la multiutility che dall’inizio della legislatura non è riuscito a fare di Aqp?

Da mesi abbiamo chiesto un consiglio monotematico sull’emergenza rifiuti che sta vivendo la Regione e riteniamo che quella sia la sede nella quale Emiliano debba riferire anche di questa nuova società, che dalla stampa apprendiamo avrebbe il compito di verificare i flussi dei rifiuti e indirizzarli verso i diversi impianti dislocati in Puglia, oltre che gestire direttamente i nuovi impianti pubblici. Se così fosse saremmo davanti  all’ennesimo ente che si andrebbe ad inserire nella governance di gestione del ciclo dei rifiuti sovrapponendosi in parte a funzioni già svolte da Ager.

Inoltre non è chiaro come sarà strutturata la società e che costi di gestione avrà. Il dubbio più che legittimo è che ancora una volta, più che a risolvere l’emergenza rifiuti, Emiliano stia pensando a nuovi incarichi e poltrone da distribuire in vista della campagna elettorale”.

 

Category: Cronaca, Politica

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Michele Picaro, Lega - tramite mail ha detto:

    Noi siamo dalla parte degli amministratori locali: non permetteremo al podestà Michele Emiliano di commissariare ancora una volta i Comuni su un tema così delicato come l’impiantisca e la gestione dei rifiuti creando l’ennesima agenzia regionale in stile carrozzone.
    Sono i territori i primi interessati alla chiusura del ciclo dei rifiuti, sono i territori che devono decidere le strategie per le questioni ambientali. E non certo lo sceriffo governatore che improvvisamente cerca di correre ai ripari dopo anni di ritardi, omissioni e negligenze.
    La Regione vuole gestire tutto da sola? Bene, allora si faccia carico anche della raccolta, del trasporto e dello smaltimento dei rifiuti Comune per Comune. Troppo comodo estromettere i sindaci da questo percorso e poi pretendere che gli stessi debbano tenera a bada i cittadini per servizi carenti e continui e ingiustificati aumenti della Tari. In alcuni casi imposti ai primi cittadini. Anche io nelle scorse ore in sede Anci, in qualità di componente del direttivo, ho sollevato le stesse perplessità che giungono copiose in queste ore da diversi amministratori locali, penso in primis alla giuste osservazioni dell’amico Franco Landella sindaco di Foggia.
    A Emiliano non permetteremo una simile operazione che in questo momento suona solo come un mero proclamo elettorale.

Lascia un commento

banner ad
banner ad