banner ad

A SORPRESA, HA VOLUTO ESSERCI ANCHE IL MITICO DON SALVATORE, PRIMO PARROCO DEL QUARTIERE IN QUEGLI ANNI MEMORABILI. OGGI QUEI BAMBINI SONO DIVENTATI NONNI E PAPA’, MAGARI NON VIVONO PIU’ LA’, PERO’ E’ SEMPRE A SANTA ROSA IL LORO CUORE. UNA SERATA PARTICOLARE, UN INTERO QUARTIERE FA FESTA

| 13 gennaio 2020 | 0 Comments

di Giuseppe Schiraldi______

Il quartiere di Santa Rosa a Lecce è nato nel secondo Dopoguerra come un gioiello dell’architettura urbana, con tanto verde, spazi sportivi, mercato, caserma dei Carabinieri, fontana centrale e abitazioni civili riservate ai lavoratori e alle famiglie numerose, che poterono acquistarle grazie a formule particolari di riscatto accessibile a tutti.

La Parrocchia Santa Maria delle Grazie fu costruita nel 1960 e ben presto divenne il simbolo dell’aggregazione di tutti i ragazzini del tempo, sotto la guida, in primis del parroco di allora, don Salvatore De Giorgi, oggi Cardinale a Roma; e successivamente dal compianto parroco don Vito De Grisantis, diventato poi Vescovo di Ugento; dal compianto don Pantaleo Mastrolia e dall’attuale Parroco di San Vincenzo de’ Paoli, al tempo vice Parroco.

Impararono tanto, soprattutto impararono a essere comunità, e a stare bene al mondo.

 

Successivamente e più recentemente si sono avvicendati altri importanti pastori come il parroco don Antonio Montinaro e attualmente don Damiano Madaro, già a Santa Rosa fine anni Ottanta, unitamente a tanti diaconi e servitori.

Tutti i ragazzi di quei decenni, con la maggiore età, hanno seguito il loro destino lavorativo e familiare e molti si sono allontanati geograficamente, perché hanno costruito la loro vita all’estero o in altre città italiane.

E’ nata da qui l’esigenza di ricordare quei meravigliosi anni, con la costituzione di un gruppo di Facebook “Santa Rosa, una grande storia d’amore”, nato il 24 ottobre del 2019, che, con il passa parola conta oggi oltre mille membri.

Quei ragazzi sono diventati oggi genitori e nonni e grazie ai social e all’intuizione di uno di loro, che ha ideato il gruppo, si sono ritrovati sabato sera in una rimpatriata alla quale hanno partecipato centocinquanta persone.

L’emozione maggiore, oltre a quella di rivedersi con i capelli bianchi e dopo tanti anni, è aver avuto, grazie a don Fernando D’Oria e all’attuale Parroco don Damiano Madaro, la presenza a sorpresa del Cardinale don Salvatore De Giorgi, oggi splendido e lucido 90enne.

Il nostro don Salvatore, nel suo intervento (nella foto), ha ripercorso le tappe di quegli anni con vari aneddoti e il Suo prestigioso percorso “professionale”.

Il momento più emozionante è stato quando quando ha ricordato che, pur avendo alti incarichi ecclesiali, fra i quali la nomina ad Arcivescovo di Palermo e la nomina a Cardinale, in ogni luogo e in ogni cosa nel suo cuore aveva sempre quei ragazzi, le famiglie e la Sua Parrocchia d’origine.

Una serata speciale, il primo e l’unico esempio di una vera e propria rimpatriata di un intero quartiere, il più popolato a Lecce e sempre nel cuore dei suoi vecchi e nuovi residenti.

Category: Cronaca, Cultura, Eventi

Lascia un commento

banner ad
banner ad