banner ad

IL LECCE / IL PRE PARTITA / LA SFIDA DI DI BIAGIO

| 14 febbraio 2020 | 0 Comments

(Rdl)______In apertura della ventiquattresima giornata, quinta di ritorno, sabato 15 febbraio, ore 15.00, al Via del Mare arriva il fanalino di coda Spal.

Solo 15 punti per gli Emiliani, reduci da tre sconfitte di fila, e al cambio dell’allenatore, con l’ex tecnico della nazionale Under 21 Luigi di Biagio che ha rilevato l’ ormai ‘storico’ Leonardo Semplici.

I punti per i Salentini, reduci da due vittorie di fila,  sono 22, tre in più sopra la linea rossa delle ultime tre squadre, dove ci sono anche Brescia e Genoa.

Mancano ancora tante partite al traguardo finale, può ancora succedere di tutto, in coda, così come in testa.

Però ora di volta in volta ogni gara, qualunque essa sia, diventa sempre più importante e i punti conquistati sempre più ‘pesanti’.

Nella conferenza – stampa della vigilia, ognuno nella propria sede, i due mister mostrano atteggiamenti opposti, ben consapevoli dell’importanza della partita: sembra far leva sulla ‘consapevolezza’ quello del Lecce; sulla ‘rabbia’ quello della Spal, che anzi, per motivare i suoi, lancia una vera e propria sfida.

Ecco una sintesi delle loro dichiarazioni di pochi minuti fa.

 

Fabio Liverani“Quella di domani con la Spal è una gara che rappresenta un binario, è uno scoglio che per noi potrebbe rappresentare l’occasione per allontanare una diretta concorrente.

Sarà una gara intensa, tatticamente guardinga da entrambe le parti in quanto la posta in palio è alta.

Ho ancora qualche dubbio sulla formazione, fermo restando la linea a quattro di difesa e i tre di centrocampo.

La squadra ha la consapevolezza di quello che ha fatto, ma al tempo stesso sa bene da dove veniamo.

Non esiste la possibilità di rilassarsi, ma dobbiamo solo spingere sull’acceleratore”.

 

Luigi Di Biagio ( a sinistra nella foto): “Confermo la difesa a quattro, per il resto vedrete domani.  Dobbiamo trovare più autostima e cercare di andare più volte nella metà campo avversaria, mantenendo però equilibrio.

Dovremo giocare bene e portare a casa punti. Se saranno tre è meglio. L’importante sarà comunque uscire con un risultato positivo. Dobbiamo pensare in grande, poi se arriverà un punto lo prenderemo.

Possiamo ridurre il gap in maniera veloce. 

Andiamo ad affrontare una squadra che sta molto bene fisicamente e psicologicamente, grazie anche al suo allenatore che è un mio amico. C’è un grande entusiasmo intorno a loro perché credono di poter chiudere i discorsi salvezza domani. Noi faremo di tutto per farli ricredere”.

Category: Sport

Lascia un commento

banner ad
banner ad