IL SINDACO SALVEMINI RIPROVA A LIBERARSI DELLO STADIO DI VIA DEL MARE, ‘MOLLANDOLO’ AL LECCE E GUADAGNANDOCI SU, OLTRE A “liberare il Comune da oneri ai quali non è in condizione di assolvere”

| 2 maggio 2020 | 0 Comments

(Rdl)______La Giunta comunale ha approvato una delibera che detta gli indirizzo per la concessione in uso e gestione dello Stadio comunale di Via del Mare, che avverrà attraverso un bando pubblico. Il sindaco Carlo Salvemini a distanza di un anno, ci riprova, dunque, a liberarsi dello stadio e a’mollarlo’ al Lecce.

Ce n’era già stato uno in precedenza, andato a vuoto, perché ritenuto insoddisfacente dall’U.S. Lecce, la naturale destinataria.

In sintesi, il Comune di Lecce aveva già provato a ‘liberarsi’ dello stadio di calcio, ritenuto troppo oneroso, per manutenzione e adeguamenti (comunque gli ultimi lavori per il ritorno in serie A erano stati a carico della Società, non del Comune), ma non ci era riuscito; adesso ci riprova, tenuto conto delle legittime osservazioni della società giallorossa, a darlo in affido per dieci anni, con l’assunzione da parte del concessionario dei costi economici derivanti dalla manutenzione straordinaria dell’impianto, del pagamento di un canone annuo, che al momento non è ancora deciso, dell’intestazione di tutte le utenze.______

LA RICERCA nel nostro articolo del 6 giugno dell’anno scorso

IL SINDACO DI LECCE CARLO SALVEMINI SI MERITA SUBITO L’ESTREMO OLTRAGGIO CHE I LECCESI POSSANO ADOPERARE

Category: Cronaca, Sport

Lascia un commento

banner ad
banner ad