DRAMMATICO INCIDENTE SUL LAVORO / SVILUPPI

| 29 maggio 2020 | 1 Comment

(Rdl)______La Procura della Repubblica di Lecce (nella foto) ha aperto un’indagine sulla morte di Simone Martena. Il pm Elsa Valeria Mignone ha disposto il sequestro della zona del cantiere Snam dove è avvenuto il fatto, in cui sarà eseguita una perizia giudiziaria; e l’iscrizione nel registro degli indagati di una persona. Altre sono state già ascoltate dagli inquirenti. Disposta l’autopsia sul cadavere del povero giovane, che sarà eseguita a breve, alla presenza dei consulenti delle parti.______

LA RICERCA nel nostro ultimo articolo sulla vicenda, di ieri

NON SI FERMANO LE REAZIONI

 

Category: Cronaca

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Movimento No Tap - tramite Facebook ha detto:

    Sono passati solo due giorni dalla triste notizia dell’ennesima morte bianca, una morte che probabilmente sarebbe potuta essere evitata, nel cantiere per la realizzazione dell’interconnessione TAP/SNAM.
    Oggi i cantieri sono tornati operativi come se nulla fosse mai successo.
    L’area dell’incidente è stata delimitata, anche perché sottoposta a sequestro dalla magistratura, quasi come a voler stendere un velo sull’accaduto.
    Non crediamo che dal punto di vista giuridico quello che vediamo sia illecito, ma sicuramente è umanamente spregevole.
    Sono molti gli interrogativi che ancora aspettano una risposta nelle stanze degli investigatori.
    È stato un incidente? Le norme di sicurezza vengono rispettate all’interno dei cantieri? Si sarebbe potuta evitare questa morte?
    Non sappiamo se queste domande avranno mai una risposta, ma speriamo che la morte di un giovane ragazzo andato via troppo presto possa servire ad accendere la discussione sulla sicurezza di quei cantieri che da tempo sono teatri di operazioni al limite con il rischio della vita.
    La morte di Simone non deve essere dimenticata né dai suoi colleghi né da chi dovrebbe lavorare per rendere le operazioni di cantiere sicure né tanto meno da magistratura e investigatori.

Lascia un commento

banner ad
banner ad