SESSANTA ANNI FA IL ROGO DI CALIMERA

| 13 giugno 2020 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Il segretario della Federazione di Lecce del Partito Comunista Andrea Scarpa ci manda il seguente comunicato______

MORTI SUL LAVORO E LOTTA PER I DIRITTI, NIENTE DI PIÙ ATTUALE

13 giugno 1960: alle 8.10 del mattino, il Comune di Calimera inoltrava al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Lecce una richiesta di intervento per un incendio divampato nei locali magazzini della Fabbrica di Lavorazione del Tabacco “Villani Pranzo” di Via Martano n° 11 del Comune di Calimera.

In quell’incendio, causato dall’incuranza padronale per la sicurezza sui luoghi di lavoro, persero la vita sei donne calimeresi e le operaie superstiti riportarono danni di salute permanenti.
Nel ricordo di Lina Tommasi, Luigia Tommasi, Epifania Cucurachi, Lucia Di Donfrancesco, Luigia Bianco, Assunta Pugliese, delle loro compagne tabacchine che tanto lottarono e tanto furono represse dalla polizia al servizio dei padroni, il Partito Comunista della Provincia di Lecce, continua a lottare.

Nel ricordo di tutti i morti sul lavoro, dei morti nelle proteste per i diritti dei lavoratori, nel ricordo di Mohamed Ben Ali e di tutti i braccianti morti nelle squallide baraccopoli in cui sono costretti, il Partito Comunista continua a lottare.

 

Category: Cronaca, Politica, Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento