L’INTERVENTO / AL SUD MANCANO 840 MILIARDI

| 22 giugno 2020 | 2 Comments

di Crocifisso Aloisi______

L’ultimo rapporto EURISPES, pubblicato a febbraio 2020, ha certificato che, nel periodo 2000 – 2017, cioè gli anni successivi alla riforma del titolo V della costituzione, al Sud Italia sono stati sottratti almeno 840 miliardi di euro e dirottati altrove.

In uno studio prodotto alcuni anni fa, l’Associazione Amici di Marco Biagi (non i neoborbonici, per intenderci) ha scritto che quella riforma del titolo V della costituzione “ha contribuito drammaticamente ad estendere il divario tra Nord e Sud, fino a un livello che ormai, non ha alcun equivalente all’interno dei paesi OCSE”.

Negli ultimi mesi l’unione europea ha più volte richiamato l’Italia per aver sottratto al Sud gli investimenti pubblici che avrebbero dovuto rispettare la regola della proporzione della popolazione (Il 34%) e ha minacciato l’Italia che se continua ad utilizzare i fondi europei in sostituzione dei FONDI NAZIONALI OBBLIGATORI per il Sud Italia, potrebbe addirittura tagliare i fondi da destinare al nostro paese !

Stiamo parlando di fondi pubblici necessari per scuole, strade, infrastrutture, trasporti, servizi, infrastrutture sociali, giustizia, sicurezza.. servizi che al Sud sono tutti con il segno MENO rispetto al resto di questa specie di Nazione.

Malgrado ciò, politica, media e cosiddetti intellettuali continuano a NEGARE tutto questo e a parlare d’altro: non solo in questo periodo di emergenza sociale-economica-democratica, ma era così anche da prima. Tutti questi soggetti sono, di fatto, coloro che consideriamo appartenenti al Partito Unico del Nord (che raccoglie, praticamente, tutto il panorama politico parlamentare compreso giornalisti opinionisti ed altro) e sono aiutati da quella classe politica e dirigente meridionale che è collaborazionista con il Partito Unico del Nord.

Ma la cosa peggiore è che questo scempio continua e lo si vorrebbe anche peggiorare: coloro che, dopo aver permesso lo scippo di 840 miliardi di euro (chi con furbizia, chi con ignoranza, chi in mala fede) pretendono di rendere istituzionale e strutturale questo FURTO attraverso il regionalismo differenziato e le autonomie regionali sono ancora in giro e in attività.

Il nostro Movimento 24 Agosto Equità Territoriale si opporrà con ogni mezzo contro chi vuole rubare il futuro dei nostri figli, del nostro Territorio, SENZA FARE SCONTI A NESSUNO: chi appoggia le autonomie è un nemico della nostra gente e verrà contestato in ogni sede. Le ragioni di partito non possono essere superiori alle legittime aspirazioni di civile convivenza di milioni e milioni di meridionali che subiscono questa discriminazione senza distinzione di censo o attività.______

 

Crocifisso Aloisi (nella foto qui sopra; nella foto di copertina, una scena del film “I basilischi” di Lina Wertmuller) è il referente regionale di M24A Equità Territoriale per la regione Puglia

Category: Politica

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. francesco mannerucci ha detto:

    mi interessa molto

  2. francesco mannerucci ha detto:

    gli argomenti sono importanti

Lascia un commento