NUOVO SBARCO DI MIGRANTI SULLE NOSTRE COSTE, ARRIVATO ALL’ALBA A GALLIPOLI UN GRUPPO CONSISTENTE

| 4 agosto 2020 | 2 Comments

(e.l.)______L’emergenza immigrazione incontrollata che in questi giorni sta interessando la Sicilia e da là l’intero territorio nazionale su cui i nuovi arrivati vengono smistati dalle strutture di accoglienza dell’isola al collasso, interessa anche il Salento.

 

Sono puntualmente ripresi, come avviene oramai da anni, gli sbarchi di migranti sulle nostre coste, con le oramai ben note caratteristiche, di gruppi piccoli, trasportati da un veliero. Dall’inizio della primavera dell’anno scorso il fenomeno è andato via via sempre più intensificandosi.

Ora è ripreso in concomitanza della fine della stagione invernale, e dopo la vasta operazione della Guardia di Finanza contro i trafficanti di esseri umani del dicembre 2019.

E’ l’ immigrazione irregolare dei, se si può usare il termine, privilegiati: pagano di più, e hanno più ‘servizi’, da parte dei trafficanti di esseri umani.

E’ la rotta ‘sicura’ dalla Turchia, a bordo di velieri, o piccole imbarcazioni, condotte da criminali organizzati senza scrupoli, a piccoli gruppi, piccoli insomma, perché si tratta sempre di decine di persone.

Un fenomeno però in atto da almeno quattro anni, che va avanti con regolarità, settimana dopo settimana, mese dopo mese, come ci permette di affermare una rapida ricerca nell’archivio di leccecronaca.it dove si trovano decine di articoli che riferiscono episodi del genere.

Adesso però è tutto ancora più preoccupante, per via dei pericoli di diffusione del Coronavirus.

 

L’ultimo, tre settimane fa, nei pressi di San Cataldo, marina di Lecce.

All’alba di questa mattina, un nuovo arrivo, a Gallipoli. Un gruppo questa volta consistente, ottantaquattro persone, per lo più iraniani, iracheni e pakistani, fra cui undici donne e tre minori, giunti a bordo di un veliero di quindici metri, trainato in porto da mezzi della Guardia di Finanza e della Marina Militare.

Due presunti scafisti di nazionalità turca sono stati fermati dalla Polizia, e adesso la loro posizione è al vaglio degli inquirenti.

Per tutti gli altri sono scattate le consuete operazioni di identificazione e di assistenza (nella foto). Si trovano adesso nella struttura specializzata di Otranto, dove sono sottoposti anche al test con il tampone per verificare se siano positivi al Coronavirus.

 

 

Category: Cronaca

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. redazione ha detto:

    Sottoposti a tampone, come previsto dalle regole dell’Asl, nove di questi migranti sono risultati positivi al Coronavirus.
    Sono stati isolati e posti in quarantena.

  2. redazione ha detto:

    Nel pomeriggio, è arrivata una dichiarazione del direttore generale dell’Asl di Lecce Rodolfo Rollo: “I casi odierni di positivi in Provincia di Lecce riportati dal bollettino della Regione Puglia riguardano cittadini stranieri il cui arrivo è stato gestito dalla Prefettura di Lecce.
    La Asl è intervenuta in sinergia con le forze dell’ordine per le tempestive valutazioni sanitarie e l’effettuazione dei tamponi. I casi sospetti sono già stati inviati in strutture idonee per l’isolamento”.

Lascia un commento