MODA / MODE – EDICOLE DA RICONVERTIRE

| 19 Agosto 2020 | 0 Comments

di Elena Vada______

Il problema di librerie, ed edicole,  è grave, perché, con l’avvento di internet, tutto è on-line. Fenomeno irreversibile.

Stanno chiudendo per mancanza di clienti, che si recano a sfogliare le ultime uscite, le novità letterarie, gli aggiornamenti.

Qualche astuto commerciante (che sa fare bene il suo mestiere) ha reso il proprio locale, un circolo. Ogni avventore, esprime la propria opinione. Le tematiche sono tante e varie: politica, economia, sport, gossip. Non importa il colore della “maglietta” o la fede politica. Se si  è rockettari  o amanti del rap. I commenti sono velocissimi, come dovuto al luogo, al momento e, pure, alla mascherina. Si crea, però, un rapporto,  un “repeat”,  un  “Pour Parler”, un collante, che fa tornare e, forse, acquistare.

Librerie come salotti? Edicole (chioschi compresi) con birra e hot dog? Cappuccino e brioche?
Liberalizzare le licenze, dando il permesso di vendere di tutto?

Problema da risolvere politicamente, Comune per Comune.
Si dia, comunque,  la possibilità di sopravvivere, a giornalai e librai e che, dei su citati esercizi, nessuno chiuda, ovunque si trovi. Da Torino a Lecce. Da Milano a Sassari.
Lavorate, signori politici.
LAVORATE! Non a chiacchiere, ma in modo costruttivo, per risolvere problemi come questo.
Fatti, non promesse.
Ai “Bonus”, non ci crediamo più!

Category: Cronaca, Cultura

Lascia un commento