MODA / MODE – PIANGE IL TELEFONINO

| 8 settembre 2020 | 0 Comments

di Elena Vada______

Sempre al telefono, sempre al telefono.Un fiume interminabile di chat, mail, messaggi, con (emoji) faccine e simili.
La difficoltà, oggigiorno, è esprimersi a voce.

Ad esempio, per tradurre, di persona, quel “cuoricino” disegnato sul display, si uniscono, pollice-a-pollice, indice-ad-indice, ed ecco mimata la meravigliosa frase “Ti voglio bene!”.
Ma il sussurro, il brivido, la scossa, la tremarella, il sospiro, le varie forme di sorriso, di risata, il sudore freddo,  e tutto quello che palesava, il nostro stato d’animo, dove sono finiti? Su PC, Tablet, I-Pad, iPhone, trasformati in disegnini.
I tangibili, segni di gioia, dolore, turbamento, stupore, vengono ancora espressi col corpo, o siamo diventati solo schermi e video?

 

Con questa, utilissima, tecnologia, abbiamo cancellato, colore, suono, forma, odore, all’espressione dei sentimenti e delle emozioni.

 

Oggi, un bimbo, di circa un anno, dietro suggerimento della mamma, mi ha salutato e mandato un bacio, con la manina che, poi, ha battuto contro l’altra, in segno festoso.

Dovremmo, forse, tornare in passeggino!?

 

Category: Costume e società, Cronaca

Lascia un commento