IL NUOVO CENTRO DIURNO PER DISABILITA’ PSICHICA

| 11 novembre 2020 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. L’ ente Unione Entroterra Idruntino ci manda il seguente comunicato______

A Cannole nasce un centro Centro Sociale Polivalente

Inaugurato, nei giorni scorsi a Cannole il Centro Sociale Polivalente per diversamente abili “Madonna di Costantinopoli “, un centro diurno che accoglierà ospiti con lieve disabilità psichica.

“Un traguardo importante avere a Cannole un centro che darà ospitalità a persone meno fortunate – afferma il sindaco Leandro Rubichi – un progetto che siamo riusciti ad avviare per il nostro comune, ma anche per il territorio circostante. Una struttura finanziata con un progetto dell’Ambito Sociale di Maglie, con una quota di cofinanziamento del Comune. Un progetto diventato realtà grazie alla collaborazione di tutti. Non è stato un percorso semplice, tante le difficoltà superate, ma determinazione e volontà, fanno superare gli ostacoli; soprattutto quando si agisce per il bene della comunità e si è sicuri di fare le scelte giuste i traguardi si raggiungono.
Ci auguriamo che questa struttura ridoni il sorriso sulle labbra dei suoi ospiti e la serenità che uno merita”.

Un centro polifunzionale per soggetti psichici stabilizzati, un settore specifico ben preciso che gestirà la cooperativa Millennium, con sede a Cursi, un’esperienza ventennale nel sociale che da oltre vent’anni opera nel settore specifico.

Il centro polivalente per diversamente abili, di via Trento, è una struttura territoriale a ciclo diurno rivolta a soggetti in condizione di disabilità psichica stabilizzata, che abbiano terminato il percorso scolastico e per i quali non è prevedibile nel breve periodo un percorso di inserimento lavorativo e formativo. È un servizio alla comunità che fa parte dell’ambito di Maglie e anche a quella extra ambito, teso a promuovere interventi educativi e riabilitativi con progetti personalizzati.

Saranno realizzate progettualità di formazione ed orientamento al lavoro, di produzione e condivisione di cultura, di miglior utilizzo del tempo libero, dove ogni utente potrà sviluppare il grado di autonomia personale e sociale e perseguire la finalità dell’integrazione nell’ambiente sociale e lavorativo. Particolare impegno sarà dedicato alla realizzazione di un ambiente ospitale e familiare, per il perseguimento della valorizzazione delle relazioni interpersonali e soprattutto in ambito socio-educativo.

Sarà operativo dalle 8,00 alle 14,00, e si svolgeranno laboratori che mirano allo sviluppo delle abilità e potenzialità di ognuno, con attività individuali e di gruppo, che prevedono l’utilizzo della comunicazione non verbale, tonica ed emozionale. Una programmazione annuale che prevede laboratori di cartapesta, animazione musicale e teatrale, e momenti ludico creativi.

“Il periodo particolare –spiega Giuliano Epifani presidente di Millenium- di distanziamento sociale o meglio interpersonale, in cui siamo costretti ci fa capire ancora di più l’importanza della socializzazione.

Le finalità di questo centro sono proprio quelle di ridurre l’esclusione, favorire l’inclusione, l’integrazione, la socializzazione e proporre una ‘terapia d’intervento’, ossia far uscire queste persone dall’isolamento dove troppo spesso si rifugiano o sono relegate”.

Al taglio del nastro insieme al primo cittadino Leandro Rubichi ed ai sindaci dell’Unione Entroterra Idruntino ha partecipato Antonio Lorenzo Donno presidente dell’ambito territoriale di Maglie.

 

Category: Cronaca, Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento