IL MOSTRO FA PAURA! QUESTA MATTINA ESPLOSIONE, POI INCENDIO ALL’INTERNO DEL SIDERURGICO ANCELORMITTAL DI TARANTO. FORTUNATAMENTE QUESTA VOLTA NON CI SONO STATE VITTIME, NE’ FERITI, MA “è stato un miracolo”

| 5 aprile 2021 | 0 Comments

(Rdl)______Questa mattina verso le 7.30, per cause ancora da accertare,  c’è stata prima un’esplosione, poi è divampato un incendio, all’interno dello stabilimento siderurgico ex Ilva di Taranto nell’acciaieria 2, nella paniera, vale a dire un grande contenitore adibito al trasporto dell’acciaio. Fumo nero visibile a distanza (nella foto), tanta paura.

Fortunatamente, non ci sono ne vittime, né feriti, ma è l’unica buona notizia, di un episodio inquietante, che poteva essere una tragedia e aggiungere altri morti per infortunio sul lavoro, una catena già lunga, oltre a quelli, una catena lunghissima, provocata negli anni fra gli abitanti di Taranto e dintorni, soprattutto bambini, dall’inquinamento causato dal Mostro.

In un comunicato, Arcelor Mittal Italia ha informato del fatto che “nessuna interruzione del ciclo produttivo, né danni al personale e agli operatori degli impianti si sono verificati oggi. Gli addetti e il sistema hanno gestito in sicurezza, secondo consolidate procedure, un evento di reazione in paniera durante la fase di colaggio nell’Acciaieria 2”.

 

Il sindacato USB, in una dichiarazione di Francesco Rizzo parla di “tragedia sfiorata” e di “miracolo”, tornando a chiedere misure drastiche: “salvi per miracolo tutti gli operatori presenti sulla linea.
A conferma di quanto sosteniamo da tempo, la condizione di sicurezza impiantistica è fortemente compromessa ed è nettamente peggiorata con la gestione AMI-Morselli, oggi, solo per un miracolo, l’ennesimo, non vi sono state vittime.
Non se ne può più! Il Governo deve intervenire immediatamente, allontanando chi con una gestione sciagurata e superficiale, si preoccupa di punire chi condivide la messa in onda della Fiction di Sabrina Ferilli ‘Svegliati Amore Mio’, invece di manutenzionare gli impianti oramai al collasso, mettendo così in grave rischio la salute e sicurezza di operatori e cittadini“.

Category: Cronaca

Lascia un commento