CASA LECCE / LA CONFERENZA STAMPA DI STICCHI DAMIANI

| 19 aprile 2021 | 1 Comment

di Mattia Ala_________

Questa mattina è intervenuto in conferenza stampa il presidente del Lecce Saverio Sticchi Damiani (nella foto) per fornire ulteriori delucidazioni in merito alla sospensione fino a maggio  del torneo cadetto, ufficializzata ieri dalla Lega B, come avevamo tempestivamente riferito nel nostro articolo di ieri sera.

Vediamo insieme le dichiarazioni del numero uno di via Colonnello Costadura:

DECISIONE: “Venerdì si è svolto un consiglio di Lega nel quale avevo proposto di giocare le successive tre gare, per poi stoppare il torneo in modo tale da consentire al Pescara di recuperare le tre partite. Così avremmo ripreso in contemporanea le ultime due partite. Venerdì venne approvata all’unanimità, avendo il pregio di mettere al sicuro altre giornate ma il difetto di una contemporaneità garantita solo negli ultimi due turni. Nel consiglio che ha preceduto l’assemblea di ieri Balata (presidente Lega B) ha messo sul piatto l’esigenza di avere le ultime quattro giornate in contemporanea, per questo si è proceduto col fermare subito il torneo. E’ stato tutto questo un ordine proveniente dalla FIGC, così l’assemblea di Lega ha votato questa proposta dopo un dibattito acceso con sedici voti a favore a fronte di quattro contrari”.

 

POSIZIONE LECCE: “La nostra posizione? Continuare a sostenere la mia idea , la stessa dell’Ascoli. Poi l’assemblea ha deciso in modo diverso. In caso di nuovi contagi? Giocando altre due giornate sarebbe stato più comodo, ora così è ovviamente diverso. Speriamo di essere fortunati, anche perché in caso di nuovi rinvii non ci sarebbero altre finestre per recuperare. Auspichiamo ora che Club e Asl abbiano buon senso per non compromettere tutto, in quanto se vogliamo garantire regolarità e contemporaneità, non ci sarebbero soluzioni semplici”.

 

BOLLA SQUADRA : “Dispiace perché stavamo bene ed eravamo pronti a giocare, i ragazzi erano già in ritiro. Ora il mister e lo staff hanno dovuto riprogrammare tutto per questo step finale. Non ci saranno  due settimane di ritiro bolla continuo, sarebbe impossibile da chiedere ai ragazzi e infruttuoso. Chiederemo però sacrifici nell’avere meno contatti possibili, di stare molto a casa e di evitare spostamenti soprattutto nei giorni liberi che avranno i ragazzi”.

 

 

Category: Sport

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Salvatore Rizzo ha detto:

    Chiaramente tutto diventa un “terno al lotto”, l’importante è non perdere la concentrazione.
    Qualche giorno di riposo in famiglia fare sicuramente bene.
    Anche però qualche giorno di ritiro prima della ripresa non guasterebbe.
    Previsioni climatiche alla lunga sono molto difficili, ciò non toglie che ( se possibile economicamente), qualche giorno di ritiro prima della ripresa in una località più fresca non sarebbe sbagliato.

Lascia un commento