UN IMPORTANTE APPUNTAMENTO ON LINE SABATO 30 OTTOBRE ALLE 16.00

| 26 ottobre 2021 | 0 Comments

DA DANTE ALIGHIERI A PIER PAOLO PASOLINI LA QUESTIONE DELLA LINGUA CONTINUA A FAR DISCUTERE. SI PARLERA’ DELLE ORIGINI

(g.p.)______ Una delle questioni culturali più rilevanti e ancora aperta, a tal punto da coinvolgere e appassionare studiosi, critici, accademici e tante altre persone, riguarda le origini della lingua italiana, quella letteraria, si intende, adoperata per la creatività artistica, al di là dei tanti dialetti in cui in vari modi e in vari luoghi si frammentò e si mutò il latino.

Due nomi, uno delle origini, uno della nostra contemporaneità, fra quelli che hanno affrontato la questione della lingua che come un filo rosso attraversa tutta quanta la nostra cultura, bastano e avanzano: Dante Alighieri, e Pier Paolo Pasolini (nella foto di copertina, in primo piano a destra, il 21 ottobre 1975 a Calimera ad un convegno sul  griko).

 

Ma dove è nata la lingua italiana?

In Toscana? Con i poeti stilnovisti prima e Francesco Petrarca poi, come è stato per lo più considerato?

Oppure nell’area siculo-calabro-salentina, con i poeti della Scuola Siciliana di Federico II di Svevia?

Già, ‘salentina’…E un problema nel problema sta poi nelle evidenti analogie sia lessicali, sia espositive, del dialetto leccese con quello palermitano e messinese, che in tanti hanno cercato a modo loro di spiegare.

Molti sono ancora i dubbi e le incertezze da parte dei ricercatori coinvolti che costantemente si confrontano.

Insomma, non mancano certo i motivi di interessanti acquisizioni culturali per decidere di partecipare all’evento che si terrà on line sabato 30 ottobre alle 16.00 intitolato “La lingua del Sud, tra Federico II e Dante Alighieri”.

Potrà essere seguito gratuitamente su Facebook

www.Facebook.com/accademiadellalinguasiciliana

o in diretta YouTube

www.YouTube.com/channel/UCDYJ,furMichnxjwkU3jUwnDg

organizzato da Khàrisma Cineproduzioni di Squinzano, col presidente Anna Murolo, in convenzione con l’Archivio Centrale dello Stato, e in collaborazione con la Regione Puglia e l’Accademia della lingua siciliana.
Interverranno Alfonso Campisi, docente dell’Università “La Manouba” in Tunisia; Gaetano Cipolla, docente della St. John’s University di New York; Giuseppe Gerbino, docente presso l’Istituto “U. Mursia” di Carini, Palermo; Egidio Zacheo, docente dell’Università del Salento; e il regista, e direttore artistico della Kharisma Pascal Pezzuto.

Introdurrà Lara Carrozzo, direttrice organizzativa e docente di Lettere (nella foto sotto).

Il dibattito sarà moderato da Fonso Genchi, presidente dell’Accademia della Lingua Siciliana.

 

 

Category: Costume e società, Cronaca, Cultura, Eventi

Lascia un commento