STREFEZZA SHOW NON BASTA AL LECCE, CON LA TERNANA FINISCE 3-3. GARA CARATTERIZZATA DA EUROGOL ED ERRORI. IL RACCONTO DELLA SERATA DEL VIA DEL MARE

| 27 Novembre 2021 | 0 Comments

di Mattia Ala______

Lecce sprecone e pasticcione contro la Ternana degli ex Lucarelli e Conticchio.

Al Via del Mare finisce con un pirotecnico 3-3.

Confessiamo che non era in programma andare allo stadio nella serata di ieri in quanto le condizioni meteo non erano delle migliori,  ma alla fine  l’entusiasmo che ci suscita il raccontare le gesta dei giallorossi  tra gli spalti dell’impianto leccese ha avuto la meglio.

Così siamo ritornati esattamente venti giorni  dopo la roboante vittoria contro il Parma.

Di seguito la sintesi  della serata agrodolce  della squadra di Baroni:

Verso le 19:53 facciamo il nostro ingresso in Curva Nord inferiore.

Il tempo è buono, come del resto lo sarà fortunatamente per tutta la durata del match.

Riscontriamo un’affluenza di pubblico decisamente minore rispetto alla partita con i ducali, probabilmente avranno influito giorno e orario.

Va bene, arriviamo ora al dunque…

Alle ore il 20:30 arriva il fischio d’inizio da parte dell’arbitro.

Le due squadra approcciano in maniera diversa alla gara. Ternana vivace e propositiva, contro un Lecce timido e compassato.

E infatti la prima occasione pericolosa è  per gli umbri, ma Gabriel fa buona guardia.

Al minuto 10 vantaggio dei ragazzi di Cristiano Lucarelli: errore di Barreca in fase difensiva, Partipilo ha così campo libero per arrivare fino al limite dell’area e mettere in mezzo per Falletti, che con un diagonale chirurgico non lascia scampo a Gabriel.

Non trascorre neppure minuto che il Lecce trova il pareggio con un pallonetto delizioso dello sloveno Majer. Prima marcatura stagionale per il centrocampista sloveno.

Dopo una serie di opportunità da ambo le parti,  tra cui una clamorosa sprecata da Olivieri e un gol  annullato a Di Mariano, ecco la seconda rete della partita al minuto 38  ad opera, udite udite, dell’esterno offensivo del Lecce  Gabriel Strefezza. Bolide dalla distanza del brasiliano e palla nel sette. Gol numero sei per l’ex Spal, che dedica l’esultanza alla propria figlia appena nata.

Finisce il primo tempo.

Nella ripresa il copione non cambia, tante opportunità create e tanti errori, fino al minuto 57, quando il portiere Gabriel controlla male un retropassaggio di Barreca e regala la sfera a Donnarumma, che comodamente appoggia in rete per il 2-2.

Sul ribaltamento di fronte, i ragazzi di Baroni trovano il 3-2: conclusione di Strefezza, deviazione sfortunata di Boben nella propria porta.

I salentini cercano di far il possibile per lasciare invariato il risultato, ma quasi metà dei calciatori giallorossi è in debito d’ossigeno, sarebbe quindi consigliabile effettuare qualche sostituzione che arriva dopo il pareggio della Ternana con un sinistro fantastico del barese Partipilo. L’esterno degli umbri esulta stuzzicando il pubblico leccese mimando il “galletto”, simbolo del Bari Calcio.

Forcing finale dei padroni di casa nell’ultima mezz’ora, ma il gol non arriva.

Finisce 3-3.

Risultato giusto per quanto visto sul rettangolo verde, prestazione di carattere da parte del Lecce, con qualche errore di troppo che ne compromette l’ambizione di vittoria.

Dopo il fischio finale, emozionante il saluto sotto la Curva Nord di Conticchio e Lucarelli,  indimenticati ex giallorossi rispettivamente collaboratore tecnico e allenatore della Ternana.

Non c’è tempo però di rifiatare, perché martedì si torna subito in campo a Ferrara contro la Spal.______

LA RICERCA nel nostro articolo immediatamente seguente

CASA LECCE / I COMMENTI DEL POST PARTITA

 

 

Category: Sport

Lascia un commento