APRE A LECCE UN NUOVO PARCO URBANO

| 30 Aprile 2022 | 0 Comments

di Flora Fina ______

 

“Tagghiate Urban Factory è un polo attrattivo dedicato non solo ai giovani ma anche ai bambini, agli anziani e alle famiglie, in un contesto di relazioni, eventi pubblici, divertimento e sport da fondere con la vita di tutti i giorni”.

 

Con queste parole, Katia Manca – fondatrice dell’associazione giovanile Oikos e responsabile del progetto – descrive quello che sarà il nuovo parco urbano a Lecce e che aprirà ufficialmente le sue porte ai visitatori da domani, domenica 1. maggio, e così continua: “Sarà uno spazio per l’aggregazione, la creatività e l’innovazione sociale gestito in collaborazione con associazioni e imprese locali attive nei campi dell’arte, dell’ambiente, della comunicazione, della cultura e del sociale.  Luogo in cui i desideri, le proiezioni e le attese possono proliferare insieme alla città: un parco urbano resistente abbastanza da essere riscritto di generazione in generazione.

Qui nasce la città di Lecce, da qui si sono ricavate le pietre per edificare la città e i suoi monumenti. Da qui si è formato il linguaggio architettonico del barocco salentino attraverso il lavoro e la dura fatica dell’uomo. Tagghiate Urban Factory vuole ricucire le ferite riportate a questa terra, lavorare con i suoi artigiani e coinvolgere la comunità in ogni azione, per un lavoro di rigenerazione sociale e culturale”.

Il parco, che sarà immerso negli scenari particolari e naturali  delle cave, riguarda un vasto ambito di progettazione territoriale che il quartiere oggi sta vivendo attraverso una piena trasformazione.

 

Le attrezzature del parco, saranno liberamente fruibili da tutti, con giostrine, aree verdi, panchine e un’area bar con cucina a chilometro zero, grazie ad un progetto di gestione che permetterà l’affiancamento di attività sociali e culturali votate al coinvolgimento diretto del quartiere e della comunità, all’educazione ambientale, alla cultura e alla musica, alle attività per bambini e famiglie.

 

Raggiungibile in Via dei Ferrari, e nelle immediate vicinanze della Stazione Ferroviaria di Lecce, il parco prevede inoltre la realizzazione di un Centro di educazione ambientale, un Orto didattico nel quale grandi e piccoli potranno apprendere e osservare, dalla semina al raccolto, la coltivazione di ortaggi, di una ludoteca di comunità con laboratori e attività dedicate al tempo libero per i bambini, di una ciclofficina popolare gestita dall’associazione Cicliminimi per la conoscenza delle operazioni essenziali di autoriparazione della bicicletta, dell’Officina Tagghiate, spazio dedicato all’approfondimento della natura delle pratiche artistiche e delle ricerche più recenti nelle arti contemporanee, uno sportello per il supporto parentale gestito dall’associazione Destina ets, un’area concerti e manifestazioni culturali, posta nella cava del Parco, dove saranno realizzati spettacoli dal vivo in collaborazione con l’agenzia Molly Arts.

 

Ricco il programma dei laboratori e delle attività alle quali è possibile prenotarsi via whatsapp al numero 3895616495.

Dalle 11.15 si svolgerà il Laboratorio di lettura e disegno sul prato, dedicato a bambini di diverse fasce d’età (3-5/ 6-8/ 9-11).

Alle 15 si terrà il Laboratorio Tuttogreen (bambini dai 3 ai 12 anni) a cura di Sabina Urro dell’associazione Janub, con bombe di terra, argilla e semi misti per la guerrilla gardening.

Alle 16.30 passeggiata guidata insieme alle Guide ambientali del Parco e del WWF lungo il sentiero che dal parco conduce alla Foresta urbana di via San Cesario.

 

Alle 17.00 si terrà poi la tavola rotonda “Morire di Lavoro” con Angelo Salento e Marco Marrone, docenti dell’Università del Salento e Sergio Bellavita, sindacalista presso l’Unione Sindacale di Base. Modera l’incontro il giornalista Gabriele De Giorgi.

Per tutto il giorno, dalle 11 alle 22, al parco si potranno acquistare i panini tipici salentini di La Ncartata by GKL nell’area ristoro, che sarà allietata dalle musiche di mister Pantu e R&D Vibes in live radio show.

Dunque in questa nuova primavera ricca di speranze, un altro piccolo polmone verde si aggiunge in città per creare nuovi spazi di condivisione e di amore per la natura.

Category: Costume e società, Cronaca, Cultura, Eventi

Lascia un commento