AD ORIA SGOMINATO CLAN FAMIGLIARE DI PRESUNTI SPACCIATORI. SETTE PERSONE ARRESTATE

| 30 Giugno 2022 | 0 Comments

(e.l.) ______ Questa mattina i Carabinieri della Compagnia di Francavilla Fontana hanno eseguito sette misure cautelari, cinque in carcere e due ai domiciliari, firmate dal gip del Tribunale e richieste dal pm della Procura della Repubblica di Brindisi.

L’accusa è di spaccio di droga nel comune di Oria  (nella foto uno scorcio del centro del paese, senza attinenza con i fatti qui esposti).

Le indagini indagini erano partite un anno e mezzo fa da due attentati a scopo di intimidazione, per dissidi sorti negli ambienti degli spacciatori: uno era stato ferito ad una gamba a colpi di pistola, ad un altro era stata bersagliata l’auto.

Secondo gli inquirenti, gli arrestati di oggi avevano costituito un vero e proprio sodalizio criminale, capoclan un pregiudicato di 49 anni, con la moglie di 45, e la partecipazione di altri parenti.

La droga veniva venduta principalmente per le scale condominiali delll’abitazione di residenza dei coniugi, ma a volte l’appuntamento all’acquirente di turno veniva dato in un bar, o in una stazione di servizio.

Nel corso degli arresti di oggi, sono stati sequestrati diversi quantitativi di cocaina, eroina e hashish, oltre a denaro in contanti.

Gli arrestati portati in carcere sono Giuseppe Mazza, 49 anni, Anna Lucia Zanzarelli, 45 anni, Angelo Zanzarelli, 42 anni,  Massimo Italiano, 27 anni e Gabriele Pipino, 24 anni, tutti di Oria.

Gli arrestati posti ai domiciliari sono Simone Recchia, 33 anni,  e Pasquale Vitrugno detto Lino, 32 anni, anch’essi di Oria.

Category: Cronaca

Lascia un commento