TARANTO, EVASIONE FISCALE E LAVORATORI IN NERO. SOSPENSIONE IMMEDIATA PER 5 ATTIVITA’ COMMERCIALI

| 28 Luglio 2022 | 0 Comments

( f.f. ) ______

Negli ultimi giorni, la Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Taranto ha dato seguito ad un piano straordinario di interventi finalizzati a garantire la sicurezza economica e finanziaria del territorio della provincia.

In particolare, proprio grazie all’ attenzione che è stata rivolta alle località della fascia costiera – interessate da maggiore affluenza turistica – è emerso difatti un meccanismo fraudolento di evasione fiscale, di lavoro in nero e articolate truffe a danno dei consumatori.

I controlli da parte delle Fiamme Gialle hanno portato alla luce infatti – e a seguito di minuziose indagini – sistemi di “ lavoro sommerso ” grazie  all’individuazione da parte dei militari, di ben dieci lavoratori “in nero” con la conseguente segnalazione alla competente Autorità.

È  scattata inoltre la sospensione dell’attività delle imprese coinvolte per i cinque datori di lavoro che, oltre negare un contratto di lavoro regolare ai propri dipendenti, evadevano il fisco attraverso la mancata emissione di scontrini: novantatré le violazioni emerse, tra le quali l’omessa memorizzazione dei dati e la mancata installazione o verifica periodica del misuratore fiscale.

Come se non bastasse poi, le Fiamme Gialle hanno rilevato che, presso alcuni distributori di carburanti, i prezzi di vendita di gasolio e benzina erano del tutto alterati con evidenti incrementi senza alcuna vera giustificazione di mercato.

Ed infine, presso alcune delle attività finite sotto la lente d’ingrandimento da parte della Guardia di Finanza, anche alcuni negozi di abbigliamento, che riportavano – tra i loro articoli – noti marchi e griffe totalmente contraffatti.

Al vaglio degli inquirenti restano tuttavia gli ulteriori accertamenti che proseguiranno senza sosta per tutto il periodo estivo.

Category: Cronaca

Lascia un commento