‘COLTIVIAMO LA TERRA, NON LE CAVE!’

| 23 Novembre 2016 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Il presidente dell’ associazione Italia Nostra – Sezione Sud Salento – Marcello Seclì ci scrive______

La Sezione Sud Salento di Italia Nostra e il Comune di Alezio hanno organizzato l’incontro pubblico che si terra venerdì 25 novembre alle ore 18 presso la sede municipale di Alezio riguardante il progetto per l’apertura di una cava in Località “Arpa” presentato dalla Società “Geoambiente” srl.

All’incontro, dopo i saluti del Sindaco di Alezio Vincenzo Romano e del Presidente di Italia Nostra Sezione Sud Salento Marcello Seclì, sono previsti gli interventi di Antonio De Giorgi (Ingegnere e Componente del Direttivo di Italia Nostra), di Stefano Margiotta (Docente di geologia dell’Università del Salento) e di Bruno Vaglio (agronomo e paesaggista). Le conclusioni dell’incontro sono affidate al Giulio Sparascio Presidente della Confederazione Italia Agricoltori di Lecce. Condurrà l’incontro la giornalista Valeria Blanco.

Su tale progetto il Consiglio comunale di Alezio e la Sezione Sud Salento di Italia Nostra hanno già espresso con propri documenti forti perplessità sulla sostenibilità ambientale della cava che si intende realizzare che prevede lo sfruttamento per 13 anni di un’area di 50.000 mq di suolo fertile che verrebbe scavato fino ad una profondità di 21 metri. Le ragioni di opposizione a tale progetto sono correlate alla indubbia valenza agricola del territorio interessato, agli effetti deterrenti che tale attività andrà a determinare sulle attività agrituristiche presenti sul territorio di Alezio e dei Comuni limitrofi e alle criticità che tale attività determinerà in termini di rumori, polveri nell’aria e aumento del traffico pesante sulle strade comunali e provinciali interessate dall’attraversamento di mezzi pesanti.

L’incontro si prefigge di informare la cittadinanza e di coinvolgere le forze politiche, le associazioni, gli agricoltori, gli operatori turistici della zona e per riscontrare la validità di tali considerazioni critiche e adottare gli opportuni provvedimenti nelle sedi in cui tale progetto dovrà essere o meno approvato.

 

 

Category: Riceviamo e volentieri pubblichiamo

About the Author ()

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.