LA MAGGIORANZA ASSOLUTA E’ DI QUELLI CHE NON SONO ANDATI A VOTARE, MA NON VINCONO NULLA. VINCE INVECE EMILIANO CON UN’ AMPIA MAGGIORANZA. BRILLANO LE CINQUE STELLE DELLA LARICCHIA. SCHITTULLI SI AGGIUDICA L’ INUTILE SCONTRO FRATRICIDA CON LA POLI

| 1 giugno 2015 | 2 Comments

(Rdl)______Quando è ormai pomeriggio del giorno dopo, non ci sono ancora i dati definitivi delle elezioni regionali, né si conosce con precisione la composizione del nuovo consiglio regionale. Colpa della nuova legge locale più cervellotica di tutte le altre, oltre alle solite magagne mai sanate, né mai seriamente affrontate, perché in molti da decenni ci marciano, dell’ organizzazione della macchina elettorale.

Roba da regioni indiane, o centro-africane, insomma , altro che italiane.

Per la carica di il presidente, gli ultimi dati danno Michele Emiliano al 47,08 %, Antonella Laricchia al 18,45, Francesco Schiuttulli al 18,27, Adriana Poli Bortone al 14,44.

Tutto ancora in alto mare per quanto riguarda le liste.

Vince dunque senza problemi come da pronostico Michele Emiliano. Lotta al fotofinish per il secondo posto, importante perché assicura comunque al candidato presidente l’ ingresso in consiglio, a differenza di tutti gli altri, esclusi, percentuale a parte.

Mai così altra l’astensione: un pugliese su due non è andato a votare, un dato drammatico, di raggiunto livello, questo, americano che merita tutte le amare considerazioni del caso. Nelle elezioni regionali del 2010 l’affluenza fu del 63,2%.

 

 

Tags:

Category: Politica

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. redazione ha detto:

    AGGIORNAMENTO. Quando sono le 17.00, a diciotto ore dalla chiusura dei seggi, non ci sono ancora i risultati definitivi dei candidati a presidente. Mancano nove sezioni e il duello per il secondo posto, importante, come abbiamo spiegato, è appeso a un filo… Chissà quanto bisognerà aspettare per avere i dati delle singole liste! Per non parlare delle preferenze ai candidati. Quanto, poi, alla composizione del nuovo consiglio regionale, che neanche gli estensori della nuova legge elettorale pugliese sono in grado di determinare, ci sarà bisogno di un’ apposita riunione di super – esperti tecnici per sapere qualcosa di preciso. Poi parliamo male delle elezioni in Bulgaria, in Bangladesh o in Nigeria!

  2. Antonio De Pascalis ha detto:

    La Poli dopo che ha amministrato la città di Lecce, trasformandola nella città dell’uomo ragno con la ragnatela dei fili degli autobus, dopo che è stata inquisita insieme ai suoi uomini più vicini, viene ricandidata. Ma si può?

Lascia un commento