TERREMOTO A PALAZZO CARAFA / IL M5S, PERCHE’ GLI INDAGATI STANNO ANCORA AL LORO POSTO?

| 11 giugno 2015 | 0 Comments

(Rdl)______Oltre alle reazioni dei politici inquisiti, e alla valutazione del sindaco, pubblicate nei giorni scorsi, è il primo commento delle forze politiche, in merito all’ inchiesta della magistratura che ha coinvolto i vertici di Palazzo Carafa. Arriva dal M5S. Il meet up “Salentini uniti con Beppe Grillo” di Lecce ci scrive:

Le notizie relative all’inchiesta attualmente in corso presso il Comune di Lecce sulle gravi irregolarità che sarebbero state riscontrate dagli organi inquirenti sull’assegnazione degli alloggi popolari, ripropongono ancora una volta la “questione morale” sulla gestione dell’ente.

Sulla vicenda in particolare, sarebbe sicuramente il caso che tutte le forze politiche, ognuna per la propria quota di responsabilità, si attivassero per aumentare il più possibile il grado di trasparenza interna.

Desta, infine, preoccupazione che gli assessori attualmente indagati con gravi capi di imputazione, siano tutt’ora al loro posto! Sarebbe invece auspicabile una chiara e severa presa di posizione del sindaco nei loro confronti.

Troppa zone d’ombra intorno a questa amministrazione. Infatti, questa inchiesta si va ad aggiungere a quella riguardante il “patron” della SGM che è attualmente oggetto di indagini da parte della Procura”.

Il comunicato del M5S è chiarissimo e, come per tutti gli altri, ne lasciamo la valutazione ai nostri lettori. Quanto al “patron” della SGM cui esso fa riferimento nel finale, crediamo di capire che si tratti del presidente della società partecipata Sgm, che si occupa di trasporti, Cosimo Damiano Frasca, l’ anno scorso coinvolto in alte vicende giudiziarie: il che non gli ha impedito di detenere questa carica attuale, oltre che di presentarsi alle recenti elezioni regionali, nella lista “Andare oltre con Fitto”.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento