IL M5S AL COMUNE DI LECCE: ECCO COME RISPARMIARE SUI COSTI DELL’ ENERGIA NEGLI EDIFICI PUBBLICI

| 30 giugno 2015 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Il meetup del M5S “Salentini uniti con Beppe Grillo” ha diffuso in mattinata il seguente comunicato______

Oggi abbiamo protocollato una importante istanza presso il Comune di Lecce.

Nell’istanza viene sollecitata l’amministrazione pubblica a partecipare all’Avviso C.S.E. 2015 – Comuni per la Sostenibilità e l’Efficienza energetica, che è relativo alla concessione di contributi a fondo perduto al 100% per la realizzazione di interventi di efficientamento energetico e/o di produzione di energia da fonti rinnovabili a servizio di edifici di Amministrazioni comunali delle Regioni Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), attraverso l’acquisto e l’approvvigionamento dei relativi beni e servizi con le procedure telematiche del Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA).

L’avviso, pubblicato il 28 maggio 2015, ha una dotazione finanziaria elevata di 50 milioni di euro e offre alle amministrazioni comunali la possibilità di ottenere il finanziamento totalmente a fondo perduto (di importo almeno pari a 40.000,00 euro, IVA esclusa) per l’acquisizione tramite MePA dei seguenti prodotti:

• impianto fotovoltaico connesso in rete;

• impianto solare termico acs (acqua calda sanitaria) per uffici

• impianto solare termico acs per scuole con annessa attività sportiva;

• impianto a pompa di calore per la climatizzazione;

• interventi di relamping (ovvero sostituzione dei vecchi corpi lampade con nuovi, efficienti e a risparmio energetico).

Si tratta di un’occasione quasi irripetibile per poter intervenire in modo virtuoso su edifici pubblici, generando negli anni importanti risparmi nei costi di fornitura di energia, i quali potrebbero essere utilizzati per opere di utilità sociale.

Ci auguriamo che le Amministrazioni Comunali del territorio siano capaci di utilizzare nell’interesse collettivo queste risorse e di non perdere l’occasione per una sana ed efficace gestione delle risorse e dei finanziamenti messi a disposizione dalla vecchia programmazione 2007-2013 che se non spesi andrebbero perduti a beneficio di altri paesi europei.

 

Category: Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento