LORENZO ERA PULITO, E’ MORTO PER CAUSE NATURALI

| 14 Agosto 2015 | 0 Comments

(Rdl)______”Non è stata rinvenuta alcuna sostanza stupefacente né nelle urine, né nel sangue, né nel contenuto gastrico“. E’ stato lo stesso procuratore della Repubblica Cataldo Motta a voler comunicare ‘stamattina i risultati degli esami tossicologici, resi disponibili in solo tre giorni, dopo l’ autopsia effettuata martedì, che, come è noto, aveva accertato una malformazione congenita al cuore.

Con tutta probabilità è stata proprio questo tipo di patologia a provocare la morte improvvisa del giovane, avvenuta all’ alba di domenica scorsa nella discoteca ‘Guendalina’ di santa cesarea Terme.

La consulente Cosima Mongelli, su delega del medico legale Alberto Tortorella, non ha inoltre cercato tracce di alcool.

A questo punto, anche se il fascicolo al momento  resta aperto, in attesa degli esiti di altri esami, quelli istologici, il sostituto procuratore che conduce l’ inchiesta, Stefania Mininni, archivierà il fascicolo, non avendo riscontrato responsabilità per il decesso di Lorenzo, che, come ha dichiarato il procuratore Motta, sarebbe potuto accadere in qualunque momento e in qualunque posto. Ecco le sue parole: “Abbiamo fatto una ricerca indirizzata esclusivamente alla eventuale presenza di sostanze stupefacenti o di tipo farmacologico, ma non abbiano trovato niente neanche in riferimento ad un tempo passato. Gli esami biologici non hanno riguardato la presenza di alcol, perché questo comunque non avrebbe inciso sulla morte. L’alcol, essendo un vasodilatatore avrebbe persino potuto procurare effetti positivi alla patologia di cui Lorenzo soffriva, una cardiomiopatia ostruttiva che spesso causa una morte improvvisa e che essendo asintomatica è difficile da diagnosticare“.

Category: Cronaca

Lascia un commento