RESPINTO IL RICORSO PROPOSTO DALLA PROCURA FEDERALE PER QUEL LECCE-LAZIO CHE ERA DIVENTATO UN INCUBO. STICCHI DAMIANI HA DIFESO IL SUO CLUB

| 9 ottobre 2015 | 0 Comments

di Laura Ricci______

Il Lecce vince la “guerra” con il Procuratore Stefano Palazzi che aveva riaperto il fascicolo relativo alla gara Lecce-Lazio del 2011, incriminato come match falsato, e a causa del quale si era richiesta, a distanza di anni, una punizione ai danni del club salentino: tre punti di penalizzazione per la squadra nella stagione in corso, e tre anni e sei mesi di squalifica ai danni del portiere Benassi.

Oggi arriva la decisione della Corte Federale d’Appello a sezioni unite che ha definitivamente dichiarato inammissibile il ricorso per revocazione proposto dalla Procura Federale nei confronti dell’U.S. Lecce”.

L’avvocato Sticchi Damiani aveva promesso al suo Lecce e ai tifosi salentini che avrebbe difeso il club dai tentativi di “minare l’entusiasmo e la voglia di far bene”, e così è stato, insieme all’ avvocato Domenico Zinnari.

Per una volta, pare che la giustizia abbia fatto il suo dovere; il Lecce potrà ripartire senza alcuna defezione nei punti, e Benassi, dichiaratosi innocente senza mezzi termini davanti alla stampa, potrà ricominciare a vivere scrollandosi di sopra le accuse di “traditore”.

 

 

 

Category: Sport

Lascia un commento