AKRAGAS-LECCE / MATCH IMPORTANTE PER ENTRAMBE LE SQUADRE. TRABALLA LA PANCHINA DI LEGROTTAGLIE

| 28 novembre 2015 | 0 Comments

(l.r.)______

Sarà in trasferta ad Agrigento il prossimo impegno di campionato per il Lecce, che domani alle 13.30 affronterà l’Akragas allo stadio “Esseneto”.

Con la ferita ancora aperta dovuta al pareggio contro il Matera che ha visto sfuggire di mano ai giallorossi il potenziale secondo posto, gli uomini di Braglia ripartono a pari punti, diciannove, con Benevento e Foggia, dietro a Messina e Cosenza che sono a quota venti, a meno sette dalla Casertana capolista.

Senza Gigli e Salvi che non hanno ancora recuperato dai rispettivi infortuni, il tecnico dovrà ridisegnare la squadra anche alla luce dell’assenza di Doumbia, colpito da un problema muscolare che lo terrà a casa.

Confermata la linea di difesa composta da Freddi, Camisa e Abruzzese, dovrebbe replicarsi anche la formazione di centrocampo, composta da Papini, De Feudis, Lepore e Legittimo, quest’ultimo sempre più in crescita.

In avanti Moscardelli e Surraco saranno affiancati da Vecsei o da Carrozza; questo dovrebbe essere l’unico dubbio per Braglia che però, si sa, ha abituato tutti a sorprendere sempre.

L’avversario – Ottenuta la promozione grazie alla vittoria del campionato di Serie D, l’Akragas ha voluto fare il suo ingresso in Lega Pro unica non da cenerentola, ma da squadra a tutti gli effetti. Ottima la partenza degli uomini allenati da Nicola Legrottaglie: i risultati positivi e le prestazioni incoraggianti hanno sorpreso in positivo il pubblico della categoria.

All’incontro di domani però, la squadra di Agrigento arriva a seguito di un periodo cupo e discendente, con le pesanti sconfitte subite prima per quattro a zero contro la Casertana, e poi, nella scorsa giornata, per tre a zero contro il Martina Franca penultimo in classifica.

L’avvio positivo ha fatto sì che la classifica continui tuttora a sorridere all’Akragas che si trova al nono posto con quindici punti, ma la panchina di Legrottaglie traballa pericolosamente viste le ultime rovinose cadute.

Sarà dunque fondamentale il match contro il Lecce, che potrebbe valere la rinascita o la definitiva batosta che varrà al tecnico, ex difensore di Milan e Juventus, l’esonero.

Per i salentini vincere è la priorità di ogni partita, stando sempre attenti alle “trappole” che match sulla carta così favorevoli possono presentare.

 

Category: Sport

Lascia un commento