‘Una deriva politica inaccettabile’, IL M5S ATTACCA L’ AMMINISTRAZIONE DEL COMUNE DI LECCE SOSPETTATA DI VOTO DI SCAMBIO CON LA SACRA CORONA UNITA

| 28 febbraio 2016 | 0 Comments

(g.p.)______”Uomini del clan avrebbero orientato il voto verso un simbolo preciso e determinati candidati“, stava scritto nella relazione che il prefetto di Lecce Claudio Palomba ha consegnato alla commissione parlamentare antimafia durante la recente missione compiuta nel Salento, e in cui, ancora, sottolineava il “grave allarme nell’opinione pubblica circa l’influenza criminale sugli esiti delle elezioni 2012 e sui possibili conseguenti condizionamenti sulle decisioni del governo della città“.

Come leccecronaca.it aveva riferito in occasione della conferenza stampa conclusiva di mercoledì scorso, la stessa presidente Rosy Bindi ha fatto una pesante allusione al caso-Lecce, dove, ricordiamolo, è in corso un’inchiesta della magistratura sull’assegnazione degli alloggi popolari: “una vicenda originale sotto molti punti di vista, che dimostra come certi tipi di comportamenti si ripetano sempre in periodo elettorale”.

Questa sera il meetup cittadino “Salentini uniti on Beppe Grillo” del M5s ha diffuso una nota in cui definisce “grave” queste circostanze, per cui “uomini appartenenti alla criminalità locale avrebbero diretto il voto verso un simbolo preciso e determinati candidati.”. E prosegue sugli “scenari fuori dall’ordinario“, di quella che definisce una “deriva politica“, definendo come “inaccettabile” il fatto che nessun amministratore si sia pronunciato in maniera chiara sull’inchiesta della magistratura.

Infine, la presa di posizione politica del M5S pone altri interrogativi: “ci chiediamo se i cittadini che hanno dato la fiducia con la loro preferenza elettorale non abbiano oggi il dubbio di aver contribuito inconsapevolmente a far aleggiare il malaffare nelle stanze del Municipio.

Ci chiediamo se questi cittadini non abbiano il diritto di essere rassicurati, quantomeno dagli amministratori non indagati che possano esprimersi in merito. Tutto ciò non offre serenità e tranquillità soprattutto se si pensa alle prossime amministrative nel capoluogo salentino”.

Category: Politica

Lascia un commento