banner ad

“Venghino signori venghino” E L’ ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE FACEVA ENTRARE CLANDESTINI IN ITALIA CON LA COMPLICITA’ -A PAGAMENTO – DEI GESTORI DEI CIRCHI. CITTADINO INDIANO ARRESTATO A LECCE

| 13 aprile 2016 | 0 Comments

(g.m.)______Un giovane di nazionalità indiana, Singh Jagvinder, 28 anni, è stato arrestato questa mattina a Lecce dagli agenti della polizia di Stato con l’ accusa far parte di un’ associazione criminale transnazionale che favoriva l’ingresso illegale di migranti in Italia, presentandoli come falsi lavoratori di circhi.

L’ inchiesta era stata condotta dalla Procura di Palermo da sei mesi e a dicembre aveva già portato all’arresto di numerose persone per associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Tra i destinatari delle ordinanze di custodia cautelare c’era anche Singh Jagvinder, che fino a ieri non era mai stato rintracciato dalle forze di polizia.

Stando alle accuse, l’uomo è uno degli organizzatori del sistema illecito che negli anni passati ha consentito a numerosi cittadini dell’India, Pakistan e Bangladesh di entrare illegalmente in Italia e restarvi, fingendo di essere circensi, per un giro d’affari di sette milioni, dal momento che gli impresari dei circhi guadagnavano tra i 2000 e i 3000 euro per ogni lavoratore straniero che facevano risultare falsamente loro dipendente.

Nell’operazione furono coinvolti anche alcuni dipendenti pubblici, che avrebbero omesso il controllo sulle pratiche.

Singh Jagvinder cinque mesi fa si era presentato all’Ufficio immigrazione della Questura di Lecce, depositando una formale richiesta di carta di soggiorno, con tanto di certificato di assunzione come collaboratore domestico presso una famiglia salentina.

Nonostante il permesso fosse pronto da molto tempo, il giovane per mesi non era però mai andato a ritirarlo.

Intanto i poliziotti, coordinati dal dirigente Rocco Carrozzo, hanno effettuato i dovuti accertamenti sulla sua identità e hanno potuto così scoprire che era destinatario dell’ ordinanza di arresto della procura di Palermo.

Però ieri Singh Jagvinder si è presentato in Questura a Lecce per ritirare la sua carta di soggiorno,  ed è stato arrestato.

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad