DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 16 Giugno 2016 | 0 Comments

ITALIA______
CASERTA – Lasciavano il posto di lavoro subito dopo aver timbrato il badge o timbravano il badge dei colleghi assenti: con queste accuse nove dipendenti della Asl di Caserta in servizio nel Distretto 13 di Maddaloni sono stati arrestati all’alba dai Carabinieri. Altri sette sono stati sospesi dal servizio. Fra gli indagati, cinque sono dirigenti. Tutti gli arrestati sono ai domiciliari. Lo si apprende dai Carabinieri di Caserta. Nell’operazione scattata all’alba i Carabinieri della Compagnia di Maddaloni stanno notificando un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) al termine di una serie di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica dello stesso Tribunale. I reati ipotizzati, a vario titolo, sono truffa e false attestazioni o certificazioni in concorso, con le aggravanti di aver commesso il fatto in danno di un ente pubblico. Nel corso degli accertamenti (si è saputo) i Carabinieri hanno fatto anche riprese video relative ad alcuni dipendenti che lasciano il posto di lavoro subito dopo aver registrato la loro presenza attraverso il badge in dotazione e altri che utilizzano i badge di colleghi assenti registrando così un falso inizio del servizio.

ITALIA______
ROMA – quattro le persone indagate dalla Procura di Roma per il crollo parziale di un palazzo su Lungotevere Flaminio avvenuto all’alba del 22 gennaio scorso. I pm hanno proceduto all’iscrizione, per il reato di disastro colposo, del proprietario dell’appartamento al quinto piano dello stabile, del progettista, del geometra responsabile dell’esecuzione dei lavori svolti nell’appartamento e del titolare della ditta che ha compiuto le demolizioni.

MONDO______
FLORIDA (USA) – Una scena da film dell’orrore, ma film non è. Ieri sera, dopo le 21 ora locale, il Grand Floridian Resort di Disney, a Orlando, è  stato teatro di un evento che in genere si verifica negli incubi: un bambino di due anni è stato azzannato e trascinato nelle acque della laguna Seven Seas da un coccodrillo, mentre giocava a palla insieme ai due fratelli sul bagnasciuga. Il padre ha visto l’animale, una bestia di almeno due metri, avventarsi sul bambino trascinandolo in acqua. A nulla sono valsi i suoi tentativi e quelli della madre di salvarlo dalle mascelle dell’alligatore, riferiscono i media locali. I soccorritori hanno lanciato le ricerche, al momento ancora infruttuose. Impegnato anche un reparto speciale della Marina. L’area lagunare è stata transennata. Anche se gli alligatori sono comuni nelle zone paludose della Florida, questo tipo di incidente è solitamente raro. La famiglia, proveniente dal Nebraska, era arrivata in Florida per una vacanza il 12 giugno.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento