CHI INVESTE UN PEDONE ANCHE FUORI DALLE STRISCE NE E’ COMUNQUE RESPONSABILE IN CONCORSO DI COLPA

| 27 giugno 2016 | 0 Comments

di Stefania Isola * (avvocato – per leccecronaca.it)______

Quando si è alla guida, è necessario sempre prestare la massima attenzione; non si è sempre esenti da responsabilità in caso di investimento di un pedone lontano dalle strisce di attraversamento.

Questo è quanto stabilito in una sentenza della Corte di Cassazione in cui è stata confermata la condanna per omicidio colposo per un investimento ai danni di un’anziana che aveva attraversato la strada senza curarsi della presenza, più in là, delle strisce pedonali.

Durante l’esame del caso oggetto della sentenza, era emerso che nel luogo dell’incidente la visibilità era buona e sufficiente a permettere a un attento e prudente automobilista di evitare l’incidente nonostante l’età avanzata della donna investita, il passo lento di questa e nonostante essa si accingesse ad attraversare la strada fuori dagli spazi segnalati.

La Corte ha sottolineato che il diritto di precedenza va subordinato al principio del neminem laedere (non far male a nessuno, ndr) anche quando il pedone attraversa fuori dalle apposite strisce, con la conseguenza che gli automobilisti sono sempre tenuti a rallentare e, se necessario, ad interrompere la loro marcia al fine di evitare incidenti.

In caso contrario la responsabilità per l’evento colposo seguente è comunque attribuibile ad essi, anche se al comportamento tenuto dal pedone può essere attribuita efficienza causale concorsuale.

 

 

Category: Costume e società, Cronaca

Lascia un commento