DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 28 giugno 2016 | 0 Comments

ITALIA______

ROMA – Il Papa invita alla riconciliazione ma la Turchia lo attacca sul genocidio. Le parole di Bergoglio sul massacro degli armeni non sono piaciute ad Ankara tanto che il vice premier turco Nurettin Canikli le ha definite “molto spiacevoli” e frutto di “una mentalità da Crociate”. Immediata è arrivata la risposta di padre Lombardi che, prima di lasciare Erevan, ultima tappa del viaggio di papa Francesco in Armenia, ha replicato: “Sbaglia chi nelle parole del Papa vede uno spirito di Crociata. Il Papa non parla per la guerra ma per la pace”. Ai giornalisti durante il volo di ritorno a Roma il Papa ha chiarito: “In Argentina quando si parla di sterminio degli armeni sempre si usava la parola genocidio. Non ne conoscevo un’altra. Solo quando sono venuto a Roma ho sentito un’altra parola, il ‘grande male’, la tragedia terribile…” .

ITALIA______

MILANO/SINGAPORE – Il motore e parte dell’ala di un aereo della Singapore Airlines (Sia) diretto a Milano ha preso fuoco stamattina subito dopo che il velivolo era stato costretto ad un atterraggio d’emergenza a Singapore, ma nessuno a bordo è rimasto ferito. Secondo quanto rende noto la Sia, il volo SQ368 è decollato dall’aeroporto di Changi per l’Italia poco dopo le 2 ora locale ma è dovuto tornato indietro a causa di un allarme per una perdita d’olio al motore destro. Il Boeing 777-300ER è così riatterrato a Singapore intorno alle 6:50 e motore e ala hanno preso fuoco. Sono quindi intervenute le squadre d’emergenza, che hanno spento le fiamme e messo in salvo i duecentoventidue passeggeri e i diciannove membri d’equipaggio.

 

MONDO______

MADRID – Le nuove elezioni spagnole sembrano non indicare il superamento dello stallo che ha portato a un voto anticipato dopo sei mesi. Il Pp rimane il primo partito con 137 seggi su 350 (123 in dicembre) e il 33% dei voti, davanti al Psoe 22,7% (85 seggi contro 90), Podemos 21,1% (71 seggi contro 69) e Ciudadanos 13% (32, ne aveva 40). Mariano Rajoy è l’unico vincitore Il segretario del Partito Popolare Mariano Rajoy è l’unico vincitore di queste elezioni anticipate ma la sua rischia di essere una vittoria di Pirro. Infatti le uniche due alternative possibili per la costituzione di un nuovo governo sono una ‘grande coalizione’ con i socialisti o un governo di minoranza con Ciudadanos.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento