“Chi avrebbe dovuto e potuto, non ha saputo tutelare gli interessi dei cittadini”…E IN POLEMICA CON I POLITICI, I PRODUTTORI DEL FILM “SWEET DEMOCRACY”, CON DARIO FO, SCELGONO TARANTO PER LA PRIMA NAZIONALE

| 16 Settembre 2016 | 0 Comments

(Rdl)_____E’ prevista per oggi nel castello di Pulsano la prima del film “Sweet Democracy” del giovane regista napoletano Michele Diomà, in cui recita anche il premio Nobel Dario Fo (nella foto).

Costato un anno di lavorazione, con la collaborazione del famoso produttore americano Donald Ranvaud, “Sweet Democracy”, che si ispira al genere della satira politica, è un film a metà fra pura fiction e taglio documentaristico, dedicato al tema della libertà di informazione e di espressione.

La particolarità della serata, sta appunto nella ‘location’ scelta per la prima nazionale, che gli organizzatori hanno così spiegato:

Taranto resta la città dell’Ilva, una realtà da anni considerata tra le aree geografiche più inquinate d’Europa. Un infelice primato che, come è noto, ha avuto anche un fortissimo impatto sulla salute pubblica. Danni ingenti, che nel concreto hanno significato dolore e perdite di vite umane.

In questo scenario in cui spesso chi avrebbe dovuto e potuto, non ha saputo tutelare gli interessi dei cittadini, si è deciso di realizzare la prima di un film. Un fatto unico nella storia del cinema“.

Category: Cronaca

Lascia un commento