banner ad

‘A MELISSANO CORSI DI SAVATE – BOXE FRANCESE’

| 4 novembre 2016 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. L’ istruttore di Savate Maurizio Pacciolla ci scrive______

Sono stati fissati gli orari dei corsi di Savate – Boxe francese, che avranno luogo a Melissano, presso il centro ‘Polisportiva Pindinelli’, dalle 17.00 alle 18.15 il lunedì, mercoledì, venerdì, al costo di tenta euro mensili , più quota di assicurazione annuale da riconoscere all’iscrizione, di 20 euro.

La Savate nacque tra i porti di Marsiglia nella seconda metà del XVIII secolo, grazie al contributo di marinai che, in ritorno dall’Oriente, erano rimasti affascinati dalle tecniche di piedi delle Arti Marziali (in francese il termine “savate” significa infatti “ciabatta” e questo nome si riferisce alle ciabatte che i marinai francesi indossavano abitualmente all’epoca ).

Nella Savate è fondamentale possedere un’elevata fludità, precisione e resistenza. Cresciuta negli ambienti malavitosi marsigliesi, la Savate si diffuse soprattutto nell’aristocrazia francese, raffinando le tecniche e donando eleganza al combattimento.

E’ un connubio armonico tra tecniche di calcio e di braccia, le tecniche di braccia usate sono le stesse usate nel pugilato: diretto, gancio e montante. Proibita dal fascismo durante la seconda guerra mondiale, poiché era consona tra le brigate partigiane, alla fine della guerra la Savate ricominciò a diffondersi. L’allenamento nella Savate tende a conferire leggerezza, eleganza, resistenza e velocità. I combattenti si distinguono di solito per l’eleganza ed equilibrio dei movimenti, la raffinatezza schermistica, oltre a considerare molto il pugilato e il continuo saltellare. Disciplina con cui si addestravano i legionari impegnati in nord africa, prima , durante e dopo il secondo conflitto.

Diviene una delle discipline praticate nella base segreta “LA CALITE” in Algeria da mio padre, Ferdinando Pacciolla, un ex agente dei servizi segreti italiani.

Io l’ ho praticata dal 1980, a Milano, e ora ne sono istruttore e allenatore, qui nel Salento, fin dal 1993.

Fra l’ altro, questa disciplina si sta diffondendo sempre più fra le donne,  per la raffinatezza e l’eleganza dei colpi che non perdono però la micidiale risposta di forza.

Ma la cosa più bella è quando preparo i bambini. Essi non hanno blocchi mentali, e ciò dona emozioni bellissime.

I bimbi raggiungono livelli di concentrazione nello sport piu’ facilmente, cosa difficile per un adulto! Quando e se capita, che uno dei due va per terra per un colpo dell’altro, spesso l’altro va e lo aiuta a rialzarsi…istintivamente! Perché nel cuore sono meravigliosi tutti i bimbi! E la loro formazione, prima di tutto interiore, sui valori della vita e il rispetto del prossimo…fa ottenere risultati straordinari! Tutto questo fa sentire noi Istruttori utili e fieri di aver dato un contributo, in sostegno al messaggio educativo dei genitori, per una loro formazione e crescita sana!

 

Category: Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento

banner ad
banner ad