DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 8 dicembre 2016 | 0 Comments

ITALIA______

REGGIO CALABRIA – C’e’ anche il sindaco di Bova Marina, Vincenzo Crupi, tra i quattordici arrestati nell’operazione di carabinieri della provincia di Reggio Calabria. Crupi, che e’ ai domiciliari, e’ accusato di corruzione per l’appalto per la raccolta dei rifiuti nel suo comune, “controllato” dalla cosca Iamonte,uno dei gruppi storici della ‘ndrangheta. Ai domiciliari, con la stessa accusa, il vicesindaco e l’assessore al Turismo di Brancaleone, Giuseppe Benavoli ed Alfredo Zappia, e l’ex sindaco di Melito Porto Salvo, Giuseppe Iaria, gia’ coinvolto in una precedente operazione. Tra i quattordici arrestati, vi sono coinvolte persone legate a cosche e influenti imprenditori clabresi. I carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, nell’ambito di un’operazione antimafia coordinata dalla Dda, hanno arrestato i soggetti in questione accusati a vario titolo, tra l’altro, di concorso esterno in associazione mafiosa, estorsione, turbata libertà degli incanti e violenza privata.
ITALIA______
FROSINONE – Usavano i fuochi pirotecnici per segnalare la presenza di droga disponibile alla vendita: oltre cinquanta persone sono state arrestate questa mattina in una vasta operazione della Polizia di Stato e della Compagnia Carabinieri di Frosinone, con l’impiego di trecentocinquanta uomini, unità cinofile antidroga ed elicotteri. Le indagini dei poliziotti della Squadra Mobile e dei Carabinieri hanno permesso di smantellare un’organizzazione che aveva costituito la sua base logistica ed operativa all´interno di un noto complesso di edilizia residenziale pubblica, comunemente noto proprio con il nome di “casermone”. L´operazione “Fireworks” prende il nome dall´uso dell´organizzazione di “reclamizzare” la vendita dello stupefacente attraverso l´accensione dei fuochi pirotecnici, visibili a distanza, per segnalare la disponibilità di droga. Il gruppo criminale – spiegano gli investigatori – aveva realizzato un vero e proprio punto vendita all’interno di una delle scale di salita ai piani alti, blindandone il portone d’ingresso e vietando l’accesso ai “non addetti” alle cessioni della droga posizionando delle vedette, pronte a dare l’allarme in caso di arrivo delle forze dell’ordine, gridando frasi convenzionali: “carmela” (per indicare l’arrivo della Polizia) e “nerone” (per indicare l’arrivo dei Carabinieri). Altri appartenenti alla banda avevano il compito di “accogliere” gli acquirenti, per indirizzarli verso il punto vendita, conosciuto da tutti come “finestrella”; questo perche’ lo scambio droga/soldi avveniva attraverso una fessura, realizzata nel vetro blindato di una piccola finestra, situata al pian terreno della tromba delle scale, monopolizzata dal gruppo criminale.

 

MONDO______

SUMATRA – Sale ad almeno cinquantaquattro morti il bilancio del terremoto che ha devastato la provincia indonesiana di Aceh. Lo annuncia il capo della polizia locale, Tatang Sulaiman. I soccorritori sono al lavoro nella cittadina di Meureudu, devastata dal sisma, dove si ritiene che molte persone siano ancora sotto le macerie. La magnitudo è stata rivista a 6.5 . La scossa è avvenuta alle 6:03 ora locale e ha avuto ipocentro a soli 8,2 km di profondità ed epicentro 5,8 km a nordovest di Pante Raja. La regione colpita è quella di Aceh, territorio ad autonomia speciale estremità settentrionale di Sumatra. La regione colpita è quella di Aceh, territorio ad autonomia speciale estremità settentrionale di Sumatra. Nel 2004 la costa ovest di Aceh è stata epicentro della violentissima scossa di magnitudo superiore a 9 che ha causato il maremoto in cui hanno perso la vita circa duecentocinquantamila persone tra i paesi dell’Oceano Indiano.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento