banner ad

DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 10 marzo 2017 | 0 Comments

ITALIA______

SOVERATO – Un folle gioco per trascorrere una serata “diversa”. Sarebbe morto per questo Leandro C., residente a Petrizzi, 14 anni ancora da compiere, travolto da un treno regionale sulla tratta ionica del Catanzarese, tra le stazioni di Montepaone e Soverato. Illesi ma sotto shock altri due coetanei. L’ipotesi di carabinieri e polizia ferroviaria, che conducono le indagini sulla tragedia avvenuta intorno alle 18, e’ quella che i tre ragazzini si fossero recati sul posto per una sfida: un selfie davanti al treno in corsa, pericolosa moda in voga tra i giovanissimi. La tragedia e’ avvenuta al passaggio del treno regionale diretto a Reggio Calabria.

ITALIA______

TORINO – “E’ una vergogna essere trattati così dopo 27 anni. Io all’azienda ho dato davvero tanto”. Antonio Forchione, 55 anni, di Rivoli, una moglie senza lavoro, non nasconde la sua amarezza. La Oerlikon Graziano di Cascine Vica, alle porte di Torino, lo ha licenziato al rientro in fabbrica otto mesi dopo un trapianto al fegato. “Mi hanno fatto una visita e mi hanno dichiarato inabile, mi hanno costretto a tre settimane di ferie forzate. Poi lunedì scorso mi è arrivata la lettera di licenziamento”, racconta. “Sono un operaio universale, ci chiamano così ora. Ho sempre lavorato su tre turni. Dicono che ora non posso più fare il lavoro che facevo e non sanno che mansione affidarmi. Non c’è nessuna posizione per me, ero anche disposto a un demansionamento, avrei accettato di fare qualunque cosa, fotocopie in un ufficio o il fattorino”.

 

 

MONDO______

WASHINGTON – L’amministrazione Trump sta valutando di dispiegare fino a mille soldati in Kuwait come forza di riserva nella lotta all’Isis in Siria e in iIaq. Lo riporta la Reuters, mentre la Cnn parla di un gruppo di Marine gia’ arrivato nel Nord della Siria per sostenere le forze locali che si apprestano a lanciare l’offensiva verso Raqqa. Il conflitto Mille Marines americani nella battaglia per riprendere Raqqa. Svolta di Trump nella guerra in Siria I marines giunti in Siria – riporta anche il Washington Post – erano gia’ dispiegati nella regione e il loro spostamento dalle navi usa nel golfo persico non aveva bisogno del consenso del presidente Donald Trump o del segretario alla difesa James Mattis ma sia la Casa Bianca che il Pentagono erano informati.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad