banner ad

DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 23 marzo 2017 | 0 Comments

ITALIA______

REGGIO CALABRIA – Il superlatitante della ‘Ndrangheta Santo Vottari è stato arrestato questa mattina dalle teste di cuoio e dai Carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria. Vottari era nascosto in un bunker realizzato in un edificio a Benestare, paese in provincia di Reggio Calabria. Si tratta di uno dei latitanti che erano ricercati dall’Europol. Il boss Vottari, 45 anni, è stato arrestato all’alba nella contrada Ricciolino di Benestare. L’uomo non ha opposto resistenza. Ritenuto al vertice dell’omonima cosca, è stato coinvolto nel processo per la faida di San Luca che vide contrapposte le famiglie Pelle-Vottari e Nirta Strangio e che culminò con la strage di Duisburg del Ferragosto 2017. Era ricercato dal 2007.

 

ITALIA______

ROMA – Allarme giovani. In Italia per diventare autonomi ci mettono sempre di più. “Se un giovane di vent’anni nel 2004 aveva impiegato 10 anni per costruirsi una vita autonoma nel 2020 ne impiegherà 18 (arrivando quindi a 38 anni), e nel 2030 addirittura 28: diventerebbe, in sostanza, ‘grande’ a cinquant’anni”. Lo si legge in uno studio della Fondazione Visentini presentato alla Luiss. La ricerca ha compiuto un’analisi comparata delle principali esperienze italiane ed europee in tema di riduzione del divario generazionale, attraverso uno specifico indicatore di divario generazionale: nell’indice europeo di equità intergenerazionale l’Italia è al penultimo posto, seguita dalla Grecia.

MONDO______

PYONGYANG – La Corea del Nord ha effettuato questa mattina un nuovo test missilistico che i militari di Seul ritengono sia fallito. Lo riferisce l’agenzia Yonhap. Il test di questa mattina ha coinvolto un vettore partito dalla costa orientale e si sarebbe risolto in un fallimento, secondo i militari di Seul. “La Corea del Nord ha lanciato un missile da un’area vicina alla base aerea di Wonsan, ma si ritiene che non sia riuscito”, ha reso noto il ministero della Difesa in una nota. Al momento, sono ancora in corso le verifiche per accertare la tipologia del vettore usato, mentre non è esclusa la possibilità che il Nord proceda ad altre provocazioni con un secondo missile. “I nostri militari sono preparati” ad affrontare uno scenario del genere.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad