FERITA IN CASA DA UN PROIETTILE VAGANTE A TARANTO / INCIDENTE STRADALE MORTALE A SAVA / RAPINATO IN CODA ALL’ UFFICIO POSTALE A TREPUZZI / PRESI DUE RAPINATORI A GALATINA / BREVI DI NERA

| 20 Giugno 2017 | 0 Comments

(e.l.)______

Taranto. Si affaccia al balcone di casa e si becca un proiettile. E’ successo ieri sera nel Borgo Antico (nella foto d’ archivio, alcune immagini di repertorio), dove Teresa Piemonte, 26 anni, è rimasta ferita all’ addome, fortunatamente in maniera non grave, come si è appreso dopo il ricovero all’ ospedale ‘Santissima Annunziata’, anche se rimane tutta quanta la gravità dell’ accaduto. La ragazza ferita è stata raggiunta da un proiettile vagante, nella zona di via Cariati, dove c’è stato un agguato a colpi di pistola, andato a vuoto, come riferito da alcuni testimoni. Su quest’ ultimo episodio, sta indagando la Polizia di Stato.

Sava. Incidente mortale questa notte sulla provinciale per Torricella. Per cause ancora da accertare, un giovane di 39 anni ha perso il controllo della Mercedes che guidava ed è andato a schiantarsi contro un muretto di cinta. L’ impatto gli è stato fatale. Inutili i soccorsi dei sanitari del 118.

Trepuzzi. Inedita rapina, per modalità e sfrontatezza, ieri mattina nell’ ufficio postale, dove due malviventi armati e mascherati hanno assalito un cliente in attesa di versare i suoi soldi, l’ incasso della sua tabaccheria. Lo avevano seguito fin dentro il locale, e qui sono passati al’ azione. La vittima ha dato loro soltanto l’ involucro contenente le monete, circa duecento euro, ma non quello con le banconote. Ne è nato un parapiglia, anche perché c’è stata la reazione anche di altri presenti. I rapinatori sono riusciti a scappare prima che arrivassero i Carabinieri, che sono ora al lavoro per identificarli.

Galatina.Banditi di nuovo scatenati contro un esercizio commerciale della zona, come avvenuto già di frequente nelle ultime settimane, spesso con particolare ferocia e violenza. E’ successo nella tarda serata di ieri al supermercato di via Torino, dove però i dipendenti e i proprietari hanno reagito con fermezza, a tal punto da costringere i due assalitori, mascherati e armati di coltello (nella foto), a battere in ritirata, dopo essersi impossessati però del registrato di cassa. Si sono allontanati a piedi, ma Polizia e Carabinieri erano già sulle loro tracce e sono riusciti a catturarli. Sono due giovani, Sakho Mamadou, 28 anni, senegalese, con precedenti, e già espulso dal territorio, e Aliu Josel, 25 anni, albanese, con regolare permesso di soggiorno. Si trovano ora in carcere.

 

 

 

 

 

 

 

.

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento