CAMBIA IL SINDACO, MA NON LE MORTIFICANTI CONDIZIONI DEGLI ANIMALI ALLA FIERA DI FRIGOLE. SULLA MANIFESTAZIONE “di un atavico medioevo” GIUSEPPE ALBANESE DI ‘ANDARE OLTRE’ AVEVA CHIESTO UN MESE FA AL ‘SUO’ CARLO SALVEMINI DI VIETARLA. INVANO

| 23 Agosto 2017 | 0 Comments

(g.p.)______In un comunicato appena giunto in redazione, il vicepresidente dell’ Associazione Tutela Ambiente Animali e Protezione Civile, Primula Meo, critica il sindaco Carlo Salvemini per l’ omessa salvagurdia degli animai, che saranno vittime anche quest’ anno della Fiera del Bestiame di Frigole.

Sono rimasta altamente delusa nell’apprendere che, anche l’attuale amministrazione, si è data un gran da fare per limitare il caos delle auto e dei parcheggi selvaggi finanche a Frigole, luogo della tradizionale fiera del bestiame, ma non ha minimamente preso in considerazione la sorte di tanti poveri animali che, ancora una volta, come negli anni scorsi, stipati in gabbie anguste o fermi sotto il sole subiranno sulla propria pelle il caldo estivo e l’assordante rumore dei gruppi elettrogeni, al solo scopo di soddisfare l’egoismo di visitatori e commercianti che, pur di vendere, detengono in cattività tante specie animali“.

Infine, un appello alla mobilitazione: “Invito i vari rappresentanti delle associazioni animaliste presenti sul territorio a controllare, il 26 agosto che il benessere degli animali venga rispettato e mi auguro che, almeno per il prossimo anno, le cose possano cambiare”______

LA RICERCA nel nostro articolo del 12 luglio

http://www.leccecronaca.it/index.php/2017/07/12/applicare-il-divieto-di-vendita-di-animali-nelle-fiere/

 

 

 

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento