IL LECCE VINCE E CONVINCE A SIRACUSA: TRE GOAL AI SICILIANI E PRESTAZIONE SUPER DI TSONEV

| 11 Novembre 2017 | 0 Comments

di Laura Ricci_____

In casa del Siracusa il Lecce vince e convince: tre a uno rifilato agli azzurri che hanno visto dominare il club giallorosso.

Le firme sono quelle di Armellino, Di Piazza e Tsonev per i salentini; di Catania il goal della bandiera per i siciliani.

FORMAZIONI

SIRACUSA: Tomei, De Vito, Turati, Giordano, Catania, Scardina, Daffara, Spinelli, Liotti, Mancino, Magnani. Allenatore Bianco.

LECCE: Perucchini, Riccardi, Di Matteo, Cosenza, Arrigoni, Torromino, Costa Ferreira, Di Piazza, Lepore, Tsonev, Armellino. Allenatore Liverani.

Arbitro Andrea Mei di Pesaro, accompagnato dagli assistenti di gara Marchi e Saccenti.

LA CRONACA

Primo Tempo

Squadre vivaci sin da subito, buon ritmo e gioco scorrevole.

Alla prima occasione da goal, il Lecce riesce a insaccare il pallone: Tsonev spizza per Di Piazza che conclude in porta, ma trova l’opposizione di Tomei. Bravo Armellino a farsi trovare al posto giusto al momento giusto e piazzare in rete la sfera su ribattuta, portando già al 15′ i suoi in vantaggio.

Il Siracusa non tarda a farsi vedere e al 18′ ci prova con Scardina con una girata di testa di poco fuori, ma i veri pericoli continua a crearli il Lecce e lo fa con Di Piazza che prima impegna il portiere avversario nella deviazione, e poi al 24′ sfrutta il tocco perfetto di Tsonev che avvia una ripartenza letale al termina della quale il bomber giallorosso supera Tomei.

I salentini raddoppiano il vantaggio e il Siracusa cerca di non farsi travolgere; al 27′ i ragazzi di Liverani rischiano moltissimo con Lepore che sbaglia un controllo rischiando di combinarla grosso; è bravo però Perucchini con la collaborazione di Cosenza a sventare il pericolo.

Secondo Tempo

La squadra di casa scende in campo agguerrita; i siciliani gestiscono il pallone con più frequenza e si rendono pericolosi in più occasioni: Mancino ci prova dalla distanza, para Perucchini.

All’11 Bernando si vede anticipare un pallone ghiottissimo da Cosenza, molto attento in fase di copertura e prezioso per l’intera difesa.

Nel momento migliore del Siracusa arriva il terzo goal del Lecce e lo segna il migliore in campo in assoluto, Tsonev, con una conclusione pazzesca che non lascia scampo al portiere azzurro.

Il risultato è al sicuro, ma su calcio d’angolo Catania trafigge Perucchini segnando il goal della bandiera, inutile ai fini del risultato finale di tre a uno.

IL GIUDIZIO

Una bella vittoria contro una squadra giunta ad oggi in uno stato di forma buono e con un cammino alle spalle sicuramente positivo visto il quarto posto in classifica.

Il Lecce ha mostrato la parte bella di questa squadra, che gioca bene a calcio e sa essere concreta e incisiva sotto porta.

Tsonev ha brillato per personalità e classe, e Liverani sa adesso che ha un’altra freccia importante per il suo arco da poter scoccare nel corso del campionato.

Di Piazza conferma di esserci e di esserci nella maniera in cui a lui piace farlo, e cioè incisivo, determinato e determinante.

Tre punti che incrementano il primato in classifica e consolidano la fiducia di un gruppo che cresce partita dopo partita.

 

 

 

 

Category: Sport

Lascia un commento