BREVI DI NERA / ULTIME E ULTIMISSIME

| 30 dicembre 2017 | 0 Comments

(g.m.)______

Brindisi. Misterioso tentativo di incendio, poco dopo la mezzanotte, ai bidoni dei rifiuti in via porta Lecce, angolo via del Mare, e, poco distante, in via Cortine, ad un’ appiccato ad un’ auto. Gli agenti delle Volanti della Questura (nella foto) prontamente intervenuti hanno fermato un uomo di 39 anni, che cercava di allontanarsi dalla zona, ‘incastrato’ dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza. Si tratta di un pregiudicato brindisino di 39 anni, denunciato a piede libero per incendio doloso e danneggiamento.

San Ceario. Condannato a quattro anni e nove mesi per omicidio colposo in seguito a incidente stradale, avvenuto otto anni fa, questa notte Antonio Gravina, 35 anni, su ordine della Procura della Repubblica è stato portato in carcere.

Lecce. Una coppia, lei di 52 anni, 40 anni lui, dei quali gli inquirenti non hanno reso note le generalità complete, entrambi di Monza ed entrambi con precedenti specifici, sono stati arrestati ieri sera con l’ accusa di furto aggravato. Sono stati sorpresi dagli agenti delle volanti all’ opera in un laboratorio del quartiere Leuca, e, su disposizione del magistrato di turno, portati poi in carcere.

Lecce. Doveva stare in casa sua, agli arresti domiciliari, per una rapina commessa pochi giorni fa. Invece gli agenti delle Volanti, allertati dai vicini per una rissa famigliare, lo hanno trovato  ieri sera in un alloggio di via Siracusa, a casa della ex moglie, dove, nella ricostruzione degli inquirenti, aveva minacciato i presenti. Si tratta di Giovanni Ciminiello, 57 anni. Ha tentato di allontanarsi armato di cocci di bottiglia ed una grossa pietra, ma è stato raggiunto, immobilizzato e, su ordine del magistrato di turno, portato in carcere.

Lecce. Un incendio è divampato dopo la mezzanotte in via Fratelli Bandiera, ed ha distrutto un gazebo adibito a rivendita di frutta e verdura. Indagano i Carabinieri.

Monteroni. Maria Soria Cuna, 50 anni, condannata a cinque anni e sei mesi per reati in materia di stupefacenti commessi sette anni fa, su ordine della Procura della Repubblica è stata portata in carcere.

Casarano. Un petardo così forte, da mandare in frantumi i vetri del parabrezza di due auto parcheggiate nelle vicinanze, è stato fatto esplodere ieri sera davanti un condominio di via Pimmental. Indagano i Carabinieri.

Category: Cronaca

Lascia un commento