NUOVO MOTIVO DI TENSIONE VICINO IL CANTIERE TAP: LE ‘INDAGINI GEOELETTRICHE’ NELLA PINETA E SULLA SPIAGGIA

| 24 gennaio 2018 | 0 Comments

(e.l.)______Un comunicato di Tap appena arrivato in redazione informa del fatto che “Le indagini geoelettriche in corso da ieri sulla spiaggia di San Basilio lungo l’asse del microtunnel sono state interrotte, quando le attività si erano pressoché concluse, nella tarda mattinata di oggi per motivi di opportunità e in accordo con le Forze dell’Ordine” e così prosegue:Le indagini geoelettriche (“Prospezioni geofisiche mediante tomografia elettrica”), da realizzare su area di proprietà del demanio marittimo, sono volte a misurare i differenti valori di resistività del sottosuolo attraverso il semplice posizionamento di un set di elettrodi.

Le attività sono stati autorizzate il 2 gennaio scorso dalla Capitaneria di Porto competente; una analoga indagine era stata condotta nella stessa zona nello scorso mese di dicembre”.

 

 

 

 

 

Nelle ultime ore il Comitato No Tap ha denunciato sui social con post e numerose foto i danni per l’ ambiente che tali “indagini geoelettriche” hanno provocato sulla spiaggia di San Foca e nella pineta di San Basilio; i “motivi di opportunità” di cui parla Tap nel suo comunicato si riferiscono alle proteste di numerosi attivisti, ambientalisti e cittadini che nel frattempo si era recati sul posto.

 

 

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento