‘Ma ci sinti?’, LA NUOVA COMMEDIA DI WILLIAM FIORENTINO IN SCENA A LECCE VENERDI’ 9 E GIOVEDI’ 15

| 1 Febbraio 2018 | 0 Comments

di Raffaele Polo______

Il teatro dialettale salentino è in attesa dalla nuova commedia di William Fiorentino (nella foto), che esordisce a Lecce il 9 febbraio all’Antoniano ed è subito replicata il 15 dello stesso mese al Teatro Apollo. Se quest’anno non si è ancora parlato di una ‘Rassegna’ che caratterizzi l’inverno salentino (il Teatro Antoniano ha dei lavori di rifacimento in progetto a breve scadenza) tuttavia testi e compagnie teatrali sono sempre in laboriosa attività, nell’intento di portare in scena novità e perle di un repertorio che, da tempo, ha certamente bisogno di nuova, robusta linfa.

E proprio il più longevo e produttivo autore di vernacolo, William Fiorentino, è alle prese con gli ultimi ritocchi dei suoi ‘tre tempi brillanti’.

“Ma ci sinti? È il titolo della nuova commedia con la quale inauguro il mio recente anno artistico”’- ci dice l’autore, con la sua consueta, bonaria semplicità – “È una commedia e non il solito polpettone condito con parolacce e dialoghi scurrili per far ridere ad ogni costo, come purtroppo usa una nuova leva di autori nostrani che non considerano il danno che ciò comporta su quella parte di pubblico che si avventura per la prima volta ad assistere ad una manifestazione di teatro filodrammatico. Oggi, quando si parla di teatro popolare se ne parla con la puzza sotto il naso grazie agli autori di cui sopra per cui si rende doveroso un riesame del problema in quanto questo tipo di teatro è stato, ed è bene ricordarlo, il fenomeno storico alla base di qualsiasi altra forma di teatro con la T maiuscola”.

Fiorentino, da sempre paladino di un teatro di buon spessore, basato sui meccanismi scenici e interpretativi che, questa volta, è la compagnia ‘Corte dei Musco’ ad assicurargli, così riassume la trama del suo lavoro che, per certi versi, può sembrare ispirato alle commedie di De Benedetti: “Ho detto: è una “commedia”. Ed ovviamente, anche se in chiave satirica, tende a mettere in gioco il rapporto coniugale tra Carlo e Luisa essendo scoccata tra di loro la famosa scintilla della gelosia. Ragion per cui Luisa, sentendosi offesa dal comportamento extra coniugale di Carlo, si finge colta da una amnesia parziale non riconoscendolo più né come proprio consorte, né come conoscente ma finge invece di identificare, nel suo piano di vendetta, come suo marito un amico dello stesso: Paolo”.

Molto ben impostata, con un finale a sorpresa che non lascia l’amaro in bocca e curata nei minimi particolari, come del resto tutti i lavori del bravo William, ‘Ma ci sinti’ è interpretata da Sergio Mello – Diego Bevilacqua – Valeria De Vitis – Adriana Antonucci – Lavinia Pascariello – Stefania Greco e Antonio De Vitis.

La regia è dell’autore che, al chiudersi del sipario, sarà sul palcoscenico a ricevere i meritati applausi per questa sua nuova, brillante creatura.

 

Category: Cultura, Eventi

Lascia un commento