LA PARTITA / LA JUVE STABIA FREDDA IL LECCE AL VIA DEL MARE / SEMPRE PERICOLOSI, MA POI BEFFATI: I GIALLOROSSI LASCIANO I TRE PUNTI ALLE VESPE

| 25 Febbraio 2018 | 0 Comments

di Laura Ricci____

Allo Stadio Via del Mare Liverani subisce la prima sconfitta in campionato da allenatore del Lecce; una Juve Stabia dominata e messa in difficoltà per quasi tutto il corso del match approfitta di una disattenzione difensiva al minuto 26′ del secondo tempo per portare a casa tre punti pesanti contro la capolista oggi sfortunata, ma anche troppo ricercata nel gioco in alcuni tratti della partita.

Lecce: Perucchini, Di Matteo, Mancosu, Cosenza, Arrigoni, Costa Ferreira, Di Piazza, Lepore, Marino, Armellino, Saraniti. Allenatore Liverani.

Juve Stabia: Bacci, Marzorati, Nava, Vicente, Paponi, Crialese, Viola, Bachini, Strefezza, Mastalli, Melara.  Allenatore Caserta.

Arbitro Andrea Mei di Pesaro accompagnato dagli assistenti di gara Lorenzo Biasini di Cesena e Luca Bianchini di Cesena.

LA CRONACA

Le due squadre si danno battaglia alternando momenti di stasi a centrocampo a fiammate offensive; la prima vera occasione ce l’ha Di Piazza che al 17′ minuto ci prova di testa nell’area piccola, spedendo di poco a lato.

Al 22′ anche Saraniti prova l’incornata e mette paura alle vespe, ma il pallone termina alto sopra la traversa. Il Lecce ha in mano i ritmi della partita e si rende pericoloso in maniera costante, tornando alla carica diverse volte, ma senza riuscire ad abbattere la resistenza degli avversari, bravi a saper soffrire e a non crollare.

Alla ripresa del secondo tempo Costa Ferreira sfiora il vantaggio con un tiro dalla distanza, ma Bacci gli dice di no. Si dispera poi Saraniti insieme a tutto il pubblico presente al Via del Mare fallendo il tap-in in porta.

Il Lecce capisce che la soluzione migliore è quella da fuori e allora anche Mancosu al 12′ della frazione di gioco ci prova dal limite; Bacci è in giornata super e devia la sfera con un intervento in tuffo.

I giallorossi continuano a spingere ma non riescono a concretizzare, subendo poi il danno e la beffa: al 26′ Mastalli punisce una disattenzione difensiva dei salentini e trafigge Perucchini con un tiro chirurgico che vale l’uno a zero finale di una partita persa clamorosamente da un Lecce sempre pericoloso.

IL GIUDIZIO

La prima sconfitta in campionato con Liverani in panchina arriva come risultato bugiardo e ingiusto: Lecce padrone del campo e sempre in avanti, pericoloso in più riprese e vicino al goal diverse volte, ma poco fortunato (e concreto) sotto porta. Ai giallorossi si può rimproverare l’aver applicato un gioco troppo ricercato e sul velluto, ma è anche vero che il goal della sconfitta è arrivato su una disattenzione episodica della retroguardia che non rende giustizia alla prestazione complessiva della squadra.

Category: Sport

Lascia un commento