ENTRA IN PARLAMENTO UN “RAZZISTA” NERO, NERO

| 7 Marzo 2018 | 0 Comments

mv_______Cosa avete capito che in Parlamento è entrato un fascista, fascista? Ma nemmeno per sogno. No, non ci riferivamo al colore politico, ma a quello della pelle.
Quando la sinistra, tutta la sinistra dal PD di Renzi a LeU di Grasso e della Bordini, compreso il loro braccio armato, i Centri Sociali o se preferite la Sinistra Antagonista, metteva a ferro e a fuoco le nostre città, gridando al pericolo del razzismo e del Fascismo, la forza politica che veniva messa all’indice, ossia la Lega di Salvini, sfondava al Sud, divenendo la prima forza politica della coalizione del centro-destra, ed al nord addirittura faceva eleggere in Parlamento, Toni Iwobi, il primo senatore nero nella storia della Repubblica.
E’ un fatto storico e bisogna dare atto a Salvini di aver dimostrato di essere un grande leader politico.

Dimostrando in questo modo, che c’è chi utilizza la gente di colore e gli immigrati in genere, per fare soldi grazie alle cooperative rosse, e c’è chi invece valorizza coloro che pur venendo da paesi lontani hanno deciso di vivere nel nostro paese rispettandone le leggi e la cultura.

Ed ecco le parole del neo eletto «Amici, è con grande emozione che vi comunico che sono stato eletto Senatore della Repubblica! Dopo oltre 25 anni di battaglie nella grande famiglia della Lega, sta per iniziare un’altra grande avventura! I miei ringraziamenti vanno a Matteo Salvini, un grande leader che ha portato la Lega a diventare la prima forza di centrodestra del paese».

Dato il suo paese d’origine ed il colore della sua pelle molto spesso era stato preso in giro dagli avversari per la sua posizione intransigente sull’immigrazione. Iwobi ha dichiarato inoltre: «Per me Matteo Salvini e la Lega sono un importante argine al razzismo. La discriminazione nasce proprio quando dilaga l’immigrazione clandestina, in quanto è l’anticamera all’ingiustizia sociale e all’insicurezza».

Category: Politica

Lascia un commento