LECCECRONACHE / NOSTALGIA

| 19 Marzo 2018 | 0 Comments

di Raffaele Polo______

E, con un po’ di commozione, siamo andati a vedere il film ‘Pertini, il combattente’ che è in programma al cinema DB d’Essai di Lecce, ovvero ai Salesiani.

Abbiamo rivisto e risentito immagini e parole che fanno parte della nostra storia, della nostra giovinezza. E ci siamo subito catapultati indietro, a quaranta anni fa, quando Pertini venne e Lecce (nella foto dell’ ottobre 1979, il ricevimento in Prefettura, ndr) e noi, a Tele Radio Salento, curammo tutti i servizi per quell’evento così importante.

Pertini veniva ad inaugurare il Museo Provinciale, rimesso a nuovo. E c’era tantissima gente che voleva vederlo, volevo applaudirlo.

Ricordo che, quando arrivò, proprio davanti all’ingresso del complesso dell’ex Collegio Argento, tante donne si affollarono per stringergli la mano. E fu la moglie di Antonio Maglio che riuscì a baciarlo. ‘Mi ha baciata, mi ha baciata!’ gridò commossa. Sorridemmo tutti ma un poco la invidiammo.

Poi… il resto è cronaca di quella visita, col commuovente discorso dell’allora Presidente della Regione (non si chiamava ancora Governatore) Ninì Quarta e gli applausi, i battimani, i consensi generali che la città di Lecce tributò al Presidente.

Che volete, sembra ieri, ma ci ha fatto pensare questo film documentario che ha rinverdito episodi della nostra esistenza che avevamo, per un attimo, rimosso: la tragedia di Vermicino, i mondiali di Spagna, il delitto Moro, la P2…

Sembra ieri, eppure com’è cambiata la nostra nazione. E la nostra esistenza, fatta di piccole cose, continua a scorrere, segnata da avvenimenti e personaggi più grandi di noi, che amiamo o odiamo come se il nostro sentimento fosse fondamentale, unico, necessario per il progredire della Storia…

Insomma, al termine del film le non moltissime persone che avevano occupato le file centrali del cinema, avevano se non proprio gli occhi lucidi, certamente un sentimento di commozione verso quel Grande Vecchio che ha rappresentato un Italia onesta, giusta, volenterosa.

E ci è sembrato di risentire quella voce femminile piena di gioia, che gridava: ‘Mi ha baciata, mi ha baciata!’.

Adesso, solo adesso , ci accorgiamo di come era bello, quaranta anni fa, essere a Lecce, a ricevere la visita del Presidente della Repubblica, Sandro Pertini.

Category: Costume e società, Cronaca, Cultura

Lascia un commento