LECCECRONACHE / “Eh, la Madonna!’

| 5 giugno 2018 | 0 Comments

di Raffaele Polo______

Viviamo in una strana società…No, questo l’ho già detto e mi sembra di essere Bartali col suo ‘Gli è tutto sbagliato, gli è tutto da rifare’. Oppure il buon Edoardo De Candia che, a piena voce, ti salutava con il suo ‘Siamo tutti futtuti!’… Come non condividere queste perle di saggezza?

Però, aspetti contraddittori del nostro vivere quotidiano non ne mancano e oggi vorrei soffermarmi su quello che mi ha detto mia cognata (santa donna!) domenica a pranzo. Ad una affermazione di esagerata entità (tipo ‘Il Movimento 5 stelle alle prossime elezioni prenderà l’80 per cento!’ oppure ‘Il Lecce vincerà la Coppa dei Campioni!’) ho risposto con uno spontaneo ‘Eh, la Madonna!’, suscitando l’immediata reazione della donna che mi ha aspramente redarguito.

Ho cercato di difendermi, affermando che la mia non poteva essere una bestemmia, ma solo una espressione di meravigliato stupore, come anche ‘Mio Dio’ oppure ‘Oddio!’. Ho invocato anche la figura positiva di Renato Pozzetto, del quale esiste una corposa antologia cinematografica tutta dedicata al suo inconfondibile intercalare a base di ‘Oh la Madonna’ che si stempera in ‘Eh, la Madonna!’ . Niente da fare.

Invocando la necessità di ‘non pronunciare il nome di Dio invano’, sono stato azzittito anche da mia moglie (santa donna!) che ha dato subito manforte alla sorella…

‘Ieu cu tie me la pigghiu…’ ha borbottato mio cognato, con il volto affondato nel piatto di ‘maritati’ con la salsa e la ricotta forte. ‘Buono questo vino, cos’è?’ ha chiesto l’altro cognato, per stemperare la vexata quaestio. E mio nipote ne ha approfittato per mandar giù un pugno di patatine fritte abbondantemente intrise di ketchup…

Io non ci stavo ad essere dipinto come ‘bestemmiatore’ e ho glissato dichiarando che la mia intenzione era benevola e positiva, non certo dissacrante. Ma non c’è stato niente da fare. Mi hanno tenuto il broncio per tutto il pranzo. Alla fine, ho tirato fuori la bottiglia di liquore denominata ‘Acqua Sancta Maria’ (ottimo prodotto abruzzese dal sapore di agrumi, 40 gradi circa…)

‘Buono!’ hanno detto assieme le sorelle, sorseggiando. Ho detto, mellifluo: ‘E Sancta Maria, secondo voi, chi può essere?’

‘E’ la Madonna!!’ hanno esclamato in coro.

‘Pare che sia una bestemmia, da queste parti..’ ho chiosato subdolamente.

E chi le ha tenute più?

‘Ma ieu sempre cu tie me la pigghiu..’ ha detto mio cognato, affondando il cucchiaino nel gelato col San Marzano . ‘E caffè, caffè ce n’è?’ ha chiesto l’altro cognato, per distrarre l’ambiente dalle erudite contese dialettiche…

Category: Costume e società, Cronaca, Cultura

Lascia un commento