E’ ANCORA MISTERO SULLA TRAGICA MORTE DI IVAN

| 20 giugno 2018 | 0 Comments

(e.l.)______Sono passati esattamente tre anni, da quando, il 21 giugno 2015, Ivan Ciullo (nella foto), detto ‘Navi’, 33 anni, disk jockey, venne trovato impiccato ad un albero in una zona di campagna vicino Acquarica del Capo.

L’ indagine della magistratura venne chiusa confermando l’ ipotesi iniziale del suicidio.

Un ipotesi cui i genitori di Ivan, Rita Bortone e Sergio Martella, di Racale, non credono, nonostante già una prima volta il pm abbia presentato al gip richiesta di archiviazione, per cui fu disposto un supplemnto di indagine; e in merito ad una seconda richiesta in tal senso la loro opposizione si fa più forte.

Se ne discuterà di nuovo il prossimo 12 luglio.

Intanto oggi hanno denunciato per omissione di atti di ufficio il pubblico ministero che indagò, per presunti ritardi e presunte omissioni da loro riscontrate.

Credono che il giovane non si sia ucciso, ma sia stato assassinato. Che insomma si sia trattato di una messa in scena, per nascondere ben altro.

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento