L’ ECO DEI RICORDI DI FRANCESCO NICHIL

| 31 Luglio 2018 | 0 Comments

di Raffaele Polo______

In un mix ben riuscito, Francesco Nichil struttura il romanzo ‘ L’eco dei ricordi’ con sottotitolo ‘Nel “Rito della Taranta”’ che affida alle Edizioni Book Sprint (2018, 152 pagg. 16,90 euro, foto dal book trailer) e alle immagini di Loredana Marino.

La storia, squisitamente salentina, è certamente coinvolgente: i personaggi sono una giovane donna, affetta da epilessia, la cui vita s’intreccia con un’antica leggenda; un antropologo e un’archeologa alla ricerca di uno sciamano che vive in Sicilia; un pentito, che riscatta la sua vita dedicandosi al volontariato come soccorritore sulle ambulanze e collabora con un poliziotto con la passione per l’astrologia per ritrovare il manoscritto di un monaco del XV secolo…

Come si intuisce, non manca proprio nulla per stimolare alla lettura di questa storia che è impreziosita dalla passione del poliziotto per le costellazioni, soprattutto per la stella di Lauretum ad Oriente che indicherà la via da seguire. Se aggiungiamo una particolare e didascalica descrizione dei luoghi più conosciuti del Salento, da Otranto a Melpignano (sede della ormai arcinota ‘Notte della Taranta’) potremo confermare la buona predisposizione per la narrazione di Francesco Nichil, che ha dedicato gran parte della sua vita alle Forze dell’Ordine (non sorprenda, perciò, che il protagonista di questo romanzo sia anch’egli un appartenente alla stessa categoria…)

Senza essere prolisso, ma indugiando spesso in momenti descrittivi di sensazioni e meraviglia, l’autore compie un buon itinerario, orchestrando con abilità la complicata vicenda, spaziando agevolmente tra i vari tempi della narrazione e mantenendo sempre elevato l’equilibrio delle vicende. Che paiono verosimili e ricche di sfaccettature, inserendosi spontaneamente in quei racconti sospesi tra realtà e pura fantasia che tanto piacciono dalle nostre parti, soprattutto se sono ambientate nelle ombre misteriose del Salento delle tarantate e delle incomprensibili ma ineluttabili profezie…

Naturalmente, l’esito della narrazione lascia un sapore agrodolce nel palato dei lettori buongustai … Ma è la degna conclusione di un percorso guidato dalla ricerca di verità impossibili e soluzioni che non potranno mai esserci per un Salento magico che è difficile da comprendere, ancora oggi, nonostante tutto…

 

 

 

Category: Costume e società, Cultura, Libri

Lascia un commento